Oggi alla Camera anche il CICAP al tavolo contro la disinformazione

Oggi sono a Roma per rappresentare il CICAP ai tavoli di lavoro della Camera dei Deputati per mettere in campo misure concrete sul tema delle fake news.

bastabufale

Insieme ad altre 38 sigle (dal MIUR al Cnr, dalla Fondazione Veronesi all’Istituto Superiore di Sanità…) presenteremo proposte e misure concrete per arginare il fenomeno della disinformazione.

Ecco il comunicato ufficiale della Camera:

19/04/2017

No alle bufale, venerdì Boldrini riunisce esperti alla Camera per contrasto a disinformazione – Diretta webtv

Quattro tavoli di lavoro per mettere in campo misure concrete sul tema delle fake news saranno ospitati alla Camera il prossimo 21 aprile (Montecitorio – Sala della Lupa – ore 11).

Dal Ministero dell’Istruzione a Facebook, dalla RAI a Confindustria, dal CNR alla FIEG, dalla Polizia Postale alla CRUI.
39 sigle in tutto verranno a presentare proposte e misure concrete che hanno intenzione di attuare per arginare il fenomeno della disinformazione.

La Presidente della Camera, Laura Boldrini, aprirà il confronto tra gli esperti dei quattro settori interessati.

In particolare, al tavolo dedicato ai temi della Scuola, l’Università e la Ricerca interverranno: Giuseppe Pierro del Miur(Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca); Valter Malorni dell’Istituto superiore della Sanità; Massimo Inguscio, presidente del Cnr (Consiglio Nazionale delle Ricerche); Paolo Veronesi, presidente e Donatella Barus, direttrice della Fondazione Umberto Veronesi; Massimo Polidoro, segretario nazionale del Cicap (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze); Gaetano Manfredi, presidente della Crui (Conferenza dei Rettori delle Università italiane); Roberta Lanciotti, portavoce del Forum nazionale delle associazioni studentesche.
Moderatore: Walter Quattrociocchi.

Al tavolo coi rappresentanti del mondo digitale parteciperanno Diego Ciulli, public policy Google; Laura Bononcini di Facebook Italia; Riccardo Capecchi, Segretario generale di Agcom; Licia Califano dell’Autorità garante della privacy; Silvia Brena, cofondatrice di Vox (Osservatorio italiano sui diritti); Nunzia Ciardi, direttrice della Polizia postale; Vincenzo Cosenza di Blogmeter; Matteo Flora, fondatore di The Fool.
Moderatore: David Puente.

Per quello delle imprese ci saranno Alfonso Dell’Erario, responsabile comunicazione di Confindustria; Lorenza Manessi, capo ufficio stampa Confartigianato, in rappresentanza di Rete imprese; Francesca Alfano, responsabile formazione di Coldiretti; Stefano Bassi, presidente di Ancc-Coop (Associazione Nazionale Cooperative di consumatori); Giovanna Maggioni, direttrice Generale di UPA (Utenti Pubblicità Associati); Luigi Mastrobuono, direttore di Confagricoltura per Agrinsieme e Alleanza delle cooperative italiane; Carolina Mailander, consigliere Assorel (Associazione imprese di comunicazione e relazioni pubbliche); Raffaele Paciello, consigliere nazionale Ferpi (Federazione relazioni pubbliche italiana).
Moderatore: Michelangelo Coltelli.

Infine, per i media, saranno presenti Fabrizio Carotti, direttore generale Fieg (Federazione italiana editori giornali); Maria Latella di Sky Tg24, Il Messaggero e Radio 24; Ida Colucci, direttrice del Tg2; Antonio Di Bella, direttore di Rai News 24; Riccardo Luna, direttore di Agi; Luigi Contu, direttore di Ansa; Peter Gomez, direttore de ilfattoquotidiano.it; un rappresentante dell’Ordine dei Giornalisti; Federica Gentile, di Rtl; Gianluca Di Feo, vicedirettore de La Repubblica; Raffaele Lorusso della Fnsi (Federazione Nazionale Stampa italiana); Paolo Liguori, direttore di Tgcom24 per Mediaset; Antonio Polito, vicedirettore del Corriere della sera; Francesca Sforza de La Stampa; Alexander Jakhnagiev, direttore dell’Agenzia Vista.
Moderatore: Paolo Attivissimo.

L’appuntamento sarà trasmesso in diretta webtv.

 


Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla mia newsletter per non perdere i prossimi e restare aggiornato. Riceverai ebook e video esclusivi e gratuiti.


Massimo Polidoro

Scrittore, giornalista e Segretario del CICAP, è stato docente di Metodo scientifico e Psicologia dell’insolito all’Università di Milano-Bicocca. Allievo di James Randi, è Fellow del Center for Skeptical Inquiry (CSI) e autore di oltre 40 libri e centinaia di articoli pubblicati su Focus e altre testate. L’avventura del Colosseo e I poteri della mente sono i suoi nuovi libri, tra gli altri: Rivelazioni, Il tesoro di Leonardo e i thriller Il passato è una bestia feroce Non guardare nell’abisso. Segui Massimo anche su FacebookTwitter, PeriscopeInstagram, Pinterest, Telegram e la sua newsletter (che dà diritto a omaggi ed esclusive). Per invitarmi a tenere una conferenza scrivi qui.




7 Comments

  1. Vi state schierando sempre di più con il Potere. Il quale, anziché capire dalla rabbia irrazionale e violenta che monta nel Popolo che deve cambiare, pensa di difendersi meglio imponendo le sue verità (va tutto bene e non può andar meglio di così, siamo in ripresa, abbiamo un tesoretto da 47 miliardi, i vaccini più se ne fanno e meglio si sta, chi fiata è un terrorista, Trump ha fatto bene a tirar 60 missili, ecc. ecc.) e, soprattutto, continuando a fare gli errori che ci hanno portato a perder pian piano tutto quello che avevamo conquistato nel Dopoguerra. Oh, anche la mia Chiesa Cattolica fa lo tesso errore, siete in buona compagnia! Beh, non meravigliatevi il giorno che manderanno di nuovo alla ghigliottina non solo aristocratici e preti, ma anche i Lavoisier!

    1. Caspita Aldo, terribile l’immagine che paventi. Ma perché metti insieme tante cose che non c’entrano nulla? Il CICAP ha dato la disponibilità a fornire consulenza per favore la diffusione del metodo scientifico e del pensiero critico: non ci sono censure, né “verità” precostituite da difendere (o diffondere), ma semplicemente il desiderio di permettere a chiunque di capire da solo se si può fidare di una notizia o se è meglio indagare più a fondo. Poi, ovviamente, ognuno potrà continuare a pensarla come gli pare. Tutto qui. Che c’entrano invece “tesoretti” di cui non sappiamo nulla? Chi dice che siamo in ripresa? I vaccini sono un’arma fondamentale per combattere malattie terribili, chi la pensa diversamente ha il diritto di farlo: ma deve anche portare prove secondo cui fanno male, altrimenti è lui a fare terrorismo. Trump ha fatto bene a bombardare? Questo lo stai dicendo tu. E che c’entra in tutto questo la Chiesa Cattolica? Mi sembra un gran minestrone, invece bisognerebbe iniziare ad affrontare i fatti, uno alla volta, e cercare di risolvere i problemi senza vedere complotti e cospirazioni ovunque.

  2. parlando di un caso concreto il servizio di Report critico sul vaccino contro il papilloma virus è fake news o no?

    1. Non direi fake news, ma informazione incompleta e tendenziosa sì. Puntare il faro su casi singoli, e ignorare la massa di risultati contrari, non aiuta a farsi un’idea obiettiva ma rischia di confondere ancora di più le idee a chi le ha già poco chiare.

  3. Non sono d’accordo nel censurare le bufale. Censurarle significa non farle venire alla luce. Non si smaschera una bufala imponendo il silenzio, ma dimostrando la sua falsità.
    La censura a mio avviso è sempre stata adottata dagli impostori per imporre assurde verità. Il libero pensiero invece a sempre preferito le ali della libertà di espressione, anche quelle di chi mente.

    1. Sono perfettamente d’accordo con lei, Aldo. Del resto, dove sta scritto nel comunicato che al tavolo di lavoro della Camera lo scopo sarà quello di censurare le bufale? Il lavoro del CICAP punta esattamente all’opposto: non censurare le false notizie, ma piuttosto fornire a tutti gli strumenti critici per capire da soli che si tratta di bufale e dunque renderle ancora più evidenti.

      1. Sono lieto di aver frainteso la notizia allora !

Lascia un commento

*