L’invasione dei clown picchiatori

Sta per tornare una versione cinematografica di IT, il celebre romanzo di Stephen King dove un mostruoso clown terrorizza una cittadina del Maine.

clown

Ma senza andare troppo lontano, pare che clown spaventosi si aggirino anche dalle nostre parti. O almeno così sembrava lo scorso autunno

La copertina dello straordinario (e terrificante) romanzo di Stephen King.

La copertina dello straordinario (e terrificante) romanzo di Stephen King.

È una paura nata tra settembre e ottobre dell’anno scorso su Facebook e Whatsapp, dove i ragazzi di Reggio Emilia, Modena e Mantova si mettevano in guardia a vicenda su un pericolo inedito: una banda di clown, armata di mazze e pitbull, che si appostava in luoghi isolati per spaventare e picchiare i passanti.

Si racconta di ragazzini che avrebbero avuto la sfortuna di incontrarli, finendo all’ospedale o riuscendo a scappare appena in tempo. Aggressioni che avrebbero coinvolto l’“amico di un amico”, secondo il meccanismo tipico delle leggende metropolitane.

La psicosi aumenta al punto che il 16 ottobre a Modena si svolge un vertice in prefettura, dove però si prende atto che «non risultano elementi attendibili rispetto alla vicenda».

Si scopre poi che la storia sarebbe stata originata dalla DM Pranks Productions, due giovani videomaker umbri, che avevano pubblicato sul web video di scherzi, piuttosto pesanti, basati proprio sulla presenza di clown violenti.

Ma, come spesso capita in questi casi, una volta partita la leggenda acquista una vita propria e inizia a mescolarsi ad altre leggende, per cui si racconta di clown su furgoni bianchi, un classico delle leggende urbane, che rapiscono i malcapitati per rubare loro gli organi.

Per approfondire, qui il resoconto di Sofia Lincos per Query, la rivista del CICAP.

LEGGI “IT” DI STEPHEN KING

E questo il trailer del nuovo IT, dove il clown è sicuramente di fantasia, ma altrettanto certamente spaventoso:


Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla mia newsletter per non perdere i prossimi e restare aggiornato. Riceverai ebook e video esclusivi e gratuiti.


Massimo Polidoro

Scrittore, giornalista e Segretario del CICAP, è stato docente di Metodo scientifico e Psicologia dell’insolito all’Università di Milano-Bicocca. Allievo di James Randi, è Fellow del Center for Skeptical Inquiry (CSI) e autore di oltre 40 libri e centinaia di articoli pubblicati su Focus e altre testate. L’avventura del Colosseo e I poteri della mente sono i suoi nuovi libri, tra gli altri: Rivelazioni, Il tesoro di Leonardo e i thriller Il passato è una bestia feroce Non guardare nell’abisso. Segui Massimo anche su FacebookTwitter, PeriscopeInstagram, Pinterest, Telegram e la sua newsletter (che dà diritto a omaggi ed esclusive). Per invitarmi a tenere una conferenza scrivi qui.




1 Comment

  1. Massimo, hai mai provato a verificare se i video dei DM Pranks sono veri o autentici?

    In moltissimi casi le telecamere sono perfettamente visibili. Ad esempio qui:

    https://www.youtube.com/watch?v=TzwiVyReRtA

    al minuto 1:23 si vede benissimo la macchina fotografica che fa il video sopra la scritta attenzione. E questo è solo un caso, ma ce ne sono molti altri. In ciascun video basta vedere da dove sono fatte le riprese, poi quando cambia l’inquadratura cerca la telecamera che ha fatto la ripresa precedente e spesso si vede.

    Che ne pensi?

Lascia un commento

*