Voci che escono dalla radio spenta

Voci dalla radio

Mi scrive Domenico Pasquariello: «Salve, è oramai da tempo che escono voci e conversazioni dagli altoparlanti un mio vecchio radioregistratore spento! Pensavo che si trattasse di un caso di Psicofonia, visto che la radio del radioregistratore era spenta. Dopo delle analisi ho appurato che si tratta di un radioamatore che trasmette da non so dove. Come è scientificamente possibile una cosa del genere?»

Ho girato la domanda all’amico Marco Morocutti, il nostro esperto di “interferenze” di ogni tipo. Ed ecco la sua risposta: «In effetti le apparecchiature audio possono, in alcune circostanze, subire interferenze da parte di trasmissioni radio particolarmente intense. La causa di tali interferenze possono essere le emissioni dei radioamatori, ma devono trovarsi molto vicino al luogo dove si trova l’apparecchio, cioè in genere devono risiedere nello stesso edificio o tutt’al più in un palazzo molto vicino.

«Ad ogni modo un apparecchio veramente spento non può ricevere nulla, tranne in certe situazioni estreme che però non credo riguardino il suo caso. Quindi se il radioregistratore “sente” qualcosa anche quando è spento, significa che in realtà l’apparecchio è sempre alimentato anche quando il suo interruttore è nella posizione di spento. Questa è una circostanza niente affatto insolita, perché per motivi di opportunità gli apparecchi siano spesso realizzati in modo da essere alimentati anche da spenti.

«Nel suo caso, suppongo che se l’apparecchio venisse veramente spento (staccando la spina e togliendo le pile) ogni interferenza cesserebbe. E’ interessante notare che le interferenze possono anche essere captate da apparecchi che non sono in realtà dei ricevitori radio, perché in molti casi i normali circuiti di amplificazione (presenti in tutti i riproduttori audio, compresi i radioregistratori) possono risultare sensibili ai segnali radio, anche se non dovrebbero. Va anche detto che negli apparecchi di produzione più recente, o in quelli di maggior pregio, questo fenomeno è meno frequente poiché per legge tutte le apparecchiature devono sottostare ad alcune norme europee, dette in generale “Normative EMC”. La sigla EMC significa Electromagnetic Compatibility, e indica il fatto che una apparecchiatura elettronica non deve né disturbare gli apparecchi vicini né essere disturbata da essi. Quindi, una apparecchiatura che sia stata progettata secondo le regole sarà anche poco sensibile alle interferenze radio».

E a voi è mai capitato qualcosa del genere?



20 Comments

  1. Sono capitato qui, a dieci anni dalla pubblicazione dell’articolo, perché cercavo la puntata di Voyager (il programma di Roberto Giacobbo) che trattava delle “voci dall’aldilà” che pregavano in Latino e che si sentivano dagli altoparlanti delle radio e degli Hi-Fi spenti in alcune zone di Roma. Saltò fuori che si trattava di trasmissioni di Radio Vaticana. L’ennesimo grosso granchio preso dal nostro amico Giacobbo.

  2. A me è capitato di sentire una voce dalla radio spenta (con spina staccata e pile non inserite!). C’era però il pc acceso con chiavetta internet in funzione. La voce però proveniva dalla radio. Sto cercando una spiegazione. Qualcuno mi può aiutare?

  3. Stavo cercando su internet appunto qualche informazione sulle interferenze…
    in questo momento dalle mie casse escono certe conversazioni in tedesco… nessuna musica.. e questo mi fa sospettare che sia una radio..

  4. Cosa ascoltassi esattamente non lo ricordo, ma sarà stato sicuramente del pop senza importanza, niente di satanico insomma!!! 😀

  5. Io sento sempre Radio Mater nelle casse del mio PC quando le accendo…. Uno di questi giorni andrò dai Carabinieri a fare denuncia…

  6. Anni fa al mio ragazzo di allora capitò di addormentarsi dopo aver (a suo dire) spento lo stereo, poi si svegliò nel cuore della notte con le note di “A stairway to heaven”. Ovviamente la sera prima ascoltava i Led Zeppelin su cassetta, ma non so se dopo aver spento il registratore questo possa riaccendersi così…
    Sempre alla stessa persona è successo di andare in uno studio di registrazione per registrare alcuni suoi brani a livello amatoriale, ma sulla sua voce (ho sentito anch’io la cassetta) era come che si fosse sovrapposta un’eco che ripeteva le sue parole. Il fonico non ha saputo spiegare il fenomeno… ma in questo caso propendo per l’incompetenza!!!!
    Qualcuno sa darmi una possibile spiegazione?
    Ciao a tutti e complimenti a Massimo per il suo lavoro!

  7. Sentivo le discussioni dei radiomatori (CB) nel citofono (!) di un amico, da bambino… 😀

  8. Quando ero piccolo, invece, a me era sufficiente la fantasia… Le mie cugine avevano una radio con la sintonia “a rotella” (condensatore a piastre variabili) che posta su onde corte e portata al limite della banda produceva suoni strani e ogni tanto si captava un frammento di conversazione, in una lingua sconosciuta… Per me erano gli Atlas UFO
    Robot di stanza attorno alla terra che parlavano tra di loro!

    Poi crescendo ho avuto a che fare con un’altra radio, quella di un mio amico in grado di captare frequenze di molte bande, tra cui anche quella dell’automobilina radiocomandata che avevano regalato al mio amico per il compleanno… Io me ne ero accorto così ho fatto delle prove con la radio… risultato ho rotto la macchinina del mio amico che gli era appena stata regalata facendola cadere dal tavolo…

    Vabbeh… meno male che crescendo ho migliorato il mio rapporto con la tecnologia… Buona fine settimana,
    S.

  9. Io l’antenna del radioamatore l’avevo proprio sopra il tetto (io stavo all’ultimo piano, quidi al massimo a 5m). La cosa antipaticissima è che trasmetteva ad un volume almeno il triplo di quello dello stereo…
    E la cosa simpatica è che si sentiva anche nel citofono…

  10. Confermo che radioamatori o cb possono farsi sentire in tv,radio e telefoni.Cio’ e’ determinato da vari fattori, la vicinanza , la potenza di trasmissione (misurabile in watt) e non ultimo apparecchi non schermati come i telefoni fissi.
    Gia’ anni fa c’erano persone che dicevano di avere contatti con l’aldila’ attraverso un normale ricevitore radio. Altro non erano comunicazioni radioamatoriali in SSB in che ascoltate con un ricevitore normale sembrano ad un profano qualcosa di strano e misterioso. Il problema e’ che queste persone pur spiegando loro di cosa si tratta, non accettano la verita’. Saluti

Lascia un commento

*