Categorie
Blog

Rol: film su History Channel

Gustavo A. Rol

Questa sera, su History Channel (ore 21,00), sarà trasmesso il documentario “Rol, un mondo dietro al mondo” di Nicolò Bongiorno. Un ritratto del sedicente sensitivo Gustavo Adolfo Rol, le testimonianze di chi ne è rimasto strabiliato e alcune obiezioni degli scettici (tra cui il sottoscritto).

Per chi volesse approfondire l’argomento Rol segnalo il sito dell’amico Mariano Tomatis.

135 risposte su “Rol: film su History Channel”

Con tutto il rispetto per il sig. F.Rol, se trovo il libro di Tomatis un ottimo testo non vedo perchè non lo debba scrivere in un blog.
Se Lei ritiene che il libro sia “disonesto, forzato, censurato e bugiardo” si rivolga a chi di dovere con una denuncia formale, è un Suo diritto : se qualcuno scrivesse menzogne su un mio parente sarebbe la prima cosa che farei senza attendere tanto….
Cosidero il caso “Rol” un caso aperto che mai verrà chiuso. Chi vuole credere lo può fare, ci mancherebbe altro.
Questa è la risposta, mi creda senza l’ombra di rancori o altri sentimenti negativi, che mi sento di darle non per ribadire nulla, ma perchè trovo positivo che Lei sia intervenuto.
Aggiungo (opinione personale) che se io avessi veramente i poteri di G.R. , non mi limitererei a utilizzarli con le carte da gioco, con biglietti di carta, con dipinti e indovinelli: questo lo fanno già i prestigiatori.
Con simpatia
F.Busani

D’accordissimo con Franco Rol, mi sa che da un po’ di tempo il Cicap e i suoi affiliati si adoperino per costruire castelli di sabbia un po’ su tutto…

Scusatemi se occupo spazio su questa platea scettica…Desideravo solo sottoscrivere quel commento dove si precisa che Rol non è mai stato un «sedicente» senstitivo, sia perchè era ben di più che un “sensitivo”, sia perchè di sè stesso non ha mai detto una cosa del genere, e anzi l’ha sempre negata. Quanto poi al libro di Tomatis…sarebbe un libro degno di rispettabilità solo se fosse onesto, se non vi si trovassero un mucchio di forzature, di censure e persino bugie. È`un libro di un illusionista, e come tale va considerato…Al sig. Busani, come ai signori del Cicap, consiglio di chiedere lumi ai tre prestigiatori che hanno visto da vicino gli esperimenti di Rol: Binarelli, Buffa di Perrero e Vercelli. E si può anche chiedere una opinione ad Alexander…Prescindere da questo e ascoltare solo Tomatis, che non ha mai visto questi esperimenti, significa essere fuori da un approccio scientifico alla questione.

Sapete che io non sapevo dell’ esistenza di Rol finché non ne ho sentito parlare dal Cicap? A volte gli scettici fanno pubblicità al paranormale più dei “creduloni”. Rimane il fatto che, essendo morto, ormai non si può più controllare. Non mi stancherò mai di ripetere che la politica del primo CICAP è la più coerente scientificamente (noi siamo scettici: si faccia controllare da noi e, se produce un fenomeno paranormale, lo certifichiamo) ed è sempre vincente: se Rol, ad esempio, era un truccatore, non si sarebbe mai fatto controllare. Ma se avesse posseduto veramente questi poteri medianici, non avrebbe sentito alcuna necessità di farsi esaminare dal CICAP o, peggio, da Silvan. Se invece il Cicap si sforza di spiegare i fenomeni attribuitigli, rischia di essere patetico, perché sono troppi. Meglio cercare, tra le carte di Rol, un pizzino che sia una confessione di falso. Purché ci sia la perizia calligrafica di una commissione di cui faccia parte uno che ci crede, uno del CICAP e un perito gradito ad entrambi.

… non ho visto tutto. d’accordo con byronhero. Il messaggio che dava è bello ed intrigante oltre che denso di sviluppo se indagato con metodo scientifico… apre senz’altro nuove porte su ampie prospettive… meno credibile l’astrofisico intervistato con la propria cretezza “scientifica” sulla telepatia… li ho lasciato perdere, ma non per Rol.

purtroppo non ho ancora visto il doc. anche se su Rol ho letto diversi volumi tra cui l’unico scettico di Mariano Tomatis, “Rol , Realtà o Leggenda?” che è un ottima ricerca e analisi sul personaggio contraddittorio quale Rol era, sulla fenomenologia e che tenta di risolvere (e a mio parere ci riesce benissimo) il mistero “Rol”. Chi crede in Rol lo fà per fede, visto che di oggettivo ci ha lasciato ben poco: ha sempre rifiutato di sottoporsi a controlli (anche di illusionisti come Silvan, davanti a cui non ha creato nessun miracolo!) Rol era tutt’altro un mostro di bravura in illusionismo al limite è stato (ed io lo considero tale) uno dei mentalisti di spicco di questo secolo, ma questo è un’altro discorso. Il repertorio di “giochi” di Rol attinge dai classici di prestigio (noto ai cartomaghi il famoso “out of this world” che Rol eseguiva spesso) fino alle abili, sottili manipolazioni e forzature psicologiche utilizzate dai mentalisti….quanto al messaggio positivo….beh tanti personaggi storici hanno lasciato segni positivi senza, paradossalmente, dover mentire.
Ciao
F.

Ho visto e rivisto 3 volte il documentario su history channel,
Normalmente sono molto scettico su tutto visto che c’è sempre molta fame di fama (scusate il gioco). Il doc. mi ha colpito soprattutto perchè a quanto pare Rol aveva tantissimi amici e conoscenti che testimoniano i suoi ‘giochi’ anche protratti per decenni, credo che almeno UNO su tanti in tanti anni dovrebbe aver ‘sgamato’ qualcosa. E poi ingannare amici e conoscenti per anni richiede anche molto sforzo secondo me. Se era un illusionista era un mostro di bravura perche le persone vedevano cose pazzesche. In fine se l’albero si vede dai frutti, era un bell’albero, visto che il messaggio che ci lascia è positivo, ossia che non è tutto circoscritto alla materia che percepiamo ma c’è molto di più. Ciao!

una correzione per lo scettico che ha scritto queste 2 righe. Rol non si è mai definito sensitivo, anzi detestava questa etichetta, ma allora perchè hai scritto “sedicente sensitivo”? se ti muovi sotto il lume della scienza, allora non ti inventare niente, ma riporta ciò che è oggettivo.

mi piacerebbe vederlo, non so perchè ma il mio videoregistratore non mi ha registrato la puntata di “La storia siamo noi” sempre dedicata a Rol, ero riuscito a vederne solo una parte tempo fa e mi era piaciuto. Massimo ma non è che potresti condividere entrambe le puntate? :)))

AARGH!!
Ma perchè non li mandate in onda su canali pubblici e non a pagamento? E adesso chi trovo che possa registrrmelo?

Rispondi a Carlo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*