Categorie
Blog

Sondaggi: e ora tocca al podcast

Ammesso e non concesso che riesca a organizzarmi per registrare nuove puntate del podcast, come vi piacerebbe che fosse? Più breve, più lungo, monografico, con tanti argomenti, identico a prima, completamente nuovo…Tutte le mail che ricevo e i commenti in cui mi dite che in qualche modo vi farebbe piacere se uscissero nuove puntate, be’, non mi lasciano indifferente. E, dunque, così come stiamo facendo per il blog, mi piacerebbe sentire un po’ di opinioni (ovviamente tra chi il podcast lo ascolta) su come vorreste che fosse. Ripeto: sempre che riesca a trovare il tempo e le energie per registrare nuove puntate.

21 risposte su “Sondaggi: e ora tocca al podcast”

Ciao Massimo ti do un tema interessante…BUFALA O REALTA’ ?

India: senza cibo e acqua da 74 anni

NEW DELHI – Un asceta indù sopravvive senza mangiare e senza bere da 74 anni. L’uomo, che si chiama Prahlad Jani e ha 82 anni, si trova sotto esame in un ospedale dello stato settentrionale del Gujarat, secondo quanto riporta Ahmedabad Mirror. Un team di medici del Defence Institute of Physiologist and Allied Science (Dipas), un centro di ricerca della difesa, intende scoprire qual è il segreto di questa sua straordinaria capacità di resistenza, dovuta a un’antica tecnica di meditazione yoga. Jani era già stato esaminato nel 2003 da un’altra squadra di medici, che non erano riusciti a spiegare scientificamente il fenomeno. Sembra che lo “yogi”, che si trova in perfetta salute, “sia capace di produrre urina nella sua vescica e poi in base alla sua volontà di rimandarla in circolo” spiega il medico Sudhar Shah. Nato in un povero villaggio del Gujarat, il santone sostiene di aver ricevuto questi suoi poteri speciali da una divinità all’età di otto anni. La tecnica è conosciuta come “breatharianismo” e consiste nel raggiungere con il potere mentale il totale dominio delle proprie funzioni corporee.

Ciao Massimo,

accolgo con grande entusiasmo il fatto che ci sia speranza per uno sviluppo dei podcast. Gli argomenti più coinvolgenti credo siano quelli riguardanti misteri ed investigazioni (leggende metropolitane, presunte apparizioni, misteri del passato, case e luoghi maledetti come la canonica Borley o Amityville etc…). Personalmente, anche se possono apparire più “fuori tema”, apprezzo anche le ricostruzioni di delitti misteriosi o celebri.

Nella speranza che tu riesca a trovare il tempo ti ringrazio in anticipo per la disponibilità.

Ciao Massimo,

vado in OT per segnalarti l’ennesimo caso di pareidolia: questa volta sembra che Gesù sia comparso su Google Maps! Ecco il link a cui si può vedere (è da ingrandire un po’): http://bit.ly/aZXo0c

ciao io sono daccordo con marco di falco , le puntate sono già piacevoli così come sono in oltre non credo si possa aggiungere qualcosa visto che le puntate sono già brevi e intense tuttavia se si volesse aggiungere qualcosa io suggerirei una rubrica dove si commentano e in caso corregono gli strafalcioni televisivi in campo scientifico ovviamente ( voyager e compagni) un saluto da pisa

Come vedi Massimo, hai un pubblico molto variegato ma accomunato da un unico desiderio: poter riascoltare i tuoi podcast!!

Anche a me mancano i podcast di Massimo e spero riprendano al più presto! Ma, a differenza di Daniele, quelli che ho apprezzato di più sono proprio quelli dedicati agli incontri con gli scrittori: sono venute fuori alcune considerazioni così interessanti che, per chiunque come me si diletti con la scrittura, sono autentiche “perle”. Ancora! Ancora!

Caro Massimo, personalmente sento la mancanza dei tuoi podcast investigativi che reputo essere davvero perfetti, sia a livello di contenuti, di qualità e veridicità delle informazioni diffuse, sia a livello tecnico (volumi audio, effetti sonori, etc…). Grazie al tuo podcast ho scoperto “specialisti” che tuttora seguo assiduamente come Paolo Attivissimo.

Ho trovato invece gli ultimi podcast poco coinvolgenti (quelli con ospiti autori di libri per intenderci).

Una cosa è certa: mi mancano i tuoi podcast!!

Ti sei risposto da solo…

Per me vanno bene come sono, ma poco frequenti ma avendo già messo le mani avanti dicendo che nn troverai il tempo … mi arrendo.

Io intanto li hi scaricati, messi in un dvd e ogni tanti li riascolto e li faccio ascoltare. Non sarà mika pirateria 😉 ?

butto li un argomento che ancora non ho visto sul sito del cicap (almeno non in maniera approfondita): 2012 con tutte le teorie connesse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*