Molti lettori mi hanno segnalato la notizia pubblicata da Repubblica secondo cui, nel paesino di Aalsten in Olanda, esisterebbe un cimitero dove una tomba, da mesi, si scoperchia da sola.

La vicenda fa venire in mente la celebre cripta inquieta delle Barbados, di cui ho avuto modo di occuparmi tempo fa nei Grandi misteri della storia. Là, però, non è chiaro se a muovere le bare nella tomba erano gli allagamenti della cripta oppure se la vicenda era solo un’invenzione.

In questo caso esisterebbe addirittura un video che documenta lo scoperchiarsi della bara: nel filmato si vedrebbe un coperchio da 450 chili spostarsi da solo. Nessuno però pensa ai fantasmi, ma a qualche fenomeno naturale tutto da scoprire.

Tutto sarebbe cominciato quando una famiglia ha trovato la tomba di un parente scoperchiata. Si sono rivolti alla polizia, ma il fatto si è ripetuto altre quattro volte senza che la polizia trovasse mai nessuno. Così si è pensato di installare una videocamera nascosta. Quando sono andati a riprenderla e hanno guardato cosa era stato registrato sarebbero rimasti tutti di sale.

Questo il parere di Anna Van der Meer, portavoce della polizia frisone: «Assurdo, da brividi, assolutamente incredibile. Quando ho visto il nostro video sono rimasta di stucco. Si vede la pietra scivolare di lato, quasi cadere per terra. Poi tocca la tomba di fianco e si ferma lasciando il sepolcro in gran parte scoperchiato con un movimento di più di un metro. Com’è possibile? Non lo so, pesa 450 chili. Oltretutto nel video si vede benissimo che la pietra è ferma, poi in un batter d’occhio schizza di lato. Non ho mai visto una cosa del genere in tutta la mia carriera. Noi non abbiamo nessuna spiegazione».

Dunque, devo dire intanto che non sono riuscito a trovare altri richiami a questa notizia che non si rifacessero all’articolo di Alberto D’Argenio pubblicato da Repubblica. In lingua inglese, poi, sembra non esista nulla. Mentre l’unico riferimento dato da Repubblica, il sito del giornale olandese De Volkskrant, deve avere tolto la notizia dalla prima pagina e, a una prima ricerca, non sono riuscito a trovarla nemmeno nell’archivio (quella che vedete sopra è la foto riportata da Repubblica e attribuita al sito del giornale olandese).

Ora sto chiedendo lumi ad alcuni colleghi e amici olandesi, nel frattempo chiedo anche a voi se riuscite a trovare altri riferimenti a questa notizia, magari se conoscete la lingua anche su altre testate dell’Olanda.

E poi, se tutto è confermato, vedrò di andare a vedere di persona quando a maggio sarò in Olanda per il mio tour di conferenze nel Nord Europa. Vediamo cosa si può scoprire, intanto…

34 risposte

  1. leggete e traducete questa scheda, che il mio omonomo Franz ha trovato prima:

    http://www.historischekerken.nl/Friesland/Aalsum.html

    Aalsum (Ealsjum)

    Il termime Elysium su wikipedia inglese è qui definito:

    http://en.wikipedia.org/wiki/Elysium

    Qui siamo nel pieno mito del sotterraneo e dell’aldilà (campi elisi, eliseo etc)

    Mi pare normale che da noi piangano madonne di gesso, là si muovano pietre tombali di mezza tonnellata.

    Ognuno ha le sus storie.

    FF

  2. Bello questo thread. Malgrado gli errori del giornalista nel riportare i nomi siamo riusciti a trovare lo stesso il posto. Potenza della rete!

    Beh, date lo stesso una occhiata dall’alto ad Aalsum con google earth.

    Mi pare il luogo adatto, con quel cerchio di alberi attorno al cimitero, per ambientare (sceneggiare?) una simile storia. Intrigante.

    La storia del DVD secretato puzza da lontano.

    La scheda su wikipedia riporta già la notizia http://nl.wikipedia.org/wiki/Aalsum_(Friesland)

    Sembrerebbe un piccolo tumulo ed i dati altimetrici dicono che è elevato di un paio di metri rispetto al terreno circostante.

    In effetti il canale lo aggira, passando distante.

    I tumuli erano usati ell’età della pietra.

    Ma non sapevo dell’olanda.

    L’affare si ingrossa.

    Ciao,

    FF

  3. io vivo in Olanda (il paese, se è Aalsum, mi pare si trovi in Frisia (Friesland) e non in Olanda che è una provincia del sud dei Paesi Bassi, per intendersi la zona compresa tra amsterdam e l’aia) e ogni tanto guardo la tv. Tutto questo scalpore non mi è parso. Stasera chiedo ai miei amici olandesi se ne sanno qualcosa di più, ma la notizia l’ho appresa dai giornali italiani.

  4. Ciao Massimo,

    se vediamo l’articolo riportato sul sito del giornale volkskrant (come ha fatto notare lucio) il luogo è Aalsum, che nella versione italiana si è inspiegabilmente trasformato in Aalsten. Ed effettivamente Aalsum sembrerebbe corrispondere con il paese citato nell’articolo: si trova nella Frisia e ha ca. 150 abitanti http://en.wikipedia.org/wiki/Aalsum_(Friesland)

  5. Ciao Massimo,

    ho notato che Alberto D’Argenio apre il suo articolo su Repubblica con: Bruxelles-anche se poi parla dell’Olanda. Inoltre, mentre inizialmente parla di Aalsten, paesino (inesistente a quanto pare) dell’Olanda, nella parte finale dell’articolo scrive:

    “Insomma, poche idee e ben confuse. L’unica apparente certezza arriva dal sagrestano di Aalst, Tjerk Smit…”

    Aalst quindi, che effettivamente si trova vicino Bruxelles, e non Aalsten!

    Fa bene a scrivere “poche idee e ben confuse”! 🙂

Rispondi a Lucio Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*