Categorie
Blog Complotti e cospirazioni

Siamo stati davvero sulla Luna?

Siamo stati davvero sulla Luna?

C’è chi sostiene di no. Che lo sbarco lunare del 1969 (e i successivi) sarebbero solo una colossale montatura del Governo americano per battere i russi sul tempo.

E’ l’argomento del mio nuovo podcast, ora disponibile, in cui esamino le principali “prove” a sostegno di questa ipotesi con Francesco Grassi, del gruppo Sperimentazioni CICAP, che proprio per conto del Comitato ha condotto un’inchiesta su questa vicenda.

L’argomento è assolutamente affascinante e per chi volesse approfondire (o avesse ancora qualche dubbio…), raccomando l’ottima analisi (come sempre) di Paolo Attivissimo, con foto, video e link preziosi.

P.S. La foto che vedete sopra, NON è stata scattata sul set del “falso allunaggio”, ma è una foto di scena del celebre Capricorn One, film dove si simulava uno sbarco su Marte e che, forse, è all’origine della leggenda che ci riguarda. Niente di sconvolgente, ma un buon thriller anni 70: se dovesse passare in TV guardatelo.

42 risposte su “Siamo stati davvero sulla Luna?”

Ciao Fabio!
Fa piacere a me parlare con persone come te che sono sicuramente molto più competenti del sottoscritto!
Ti ringrazio per la correzione, io avevo proprio capito male! Dal tuo primo post mi era parso di capire che stessi parlando di una fascia di Van Allen lunare, sbagliando (te l’ho detto che non sono esperto 🙂 )
Quello che volevo dire io è questo:
sul fatto che gli astronauti vadano in orbita oramai non si discute… giusto no?
Ora: se questi astronauti riescono a tornare senza problemi per la salute (causati direttamente dalle fasce di Van allen) , perchè avrebbero dovuto esserci problemi quando gli astronauti dell’apollo la oltrepassarono?
E qui un’altra domanda che mostra la mia ingnoranza in materia e che potrebbe darmi la risposta: dove si trovano queste fascie? A che altezza? Vengono effetivamente passate dagli astronauti quando vanno in orbita? Perchè se si non vedo il problema, se no.. devo rimangiarmi l’obiezione 🙂
Cmq anche io mi associo alle tue domande, sarebbe utile sapere una risposta!
Per quel che riguarda luogocomune.. beh guarda ci sono stato tempo addietro.. e ho trovato una mentalità relativamente chiusa. E’ un sito + da complottisti che da persone curiose…

Un grazie a Gian luca anche per i link davvero interessanti!

Insonnia da esami… 🙁

Ho trovato un sito interessante che parla soprattutto delle foto della luna…

http://www.luogocomune.net/site/modules/sections/index.php?op=viewarticle&artid=19

Spiace dirlo ma a confronto il sito di Attivissimo pare un po’ superficiale e meno tecnico. Poi ribadisco, di fotografia non capisco nulla ma un paio di occhi li ho anche io.

Interessante anche il discorso sull’escursione termica… Attivissimo lo liquida in 4 parole (e mi aveva convinto), ma in assenza di atmosfera il trasferimento del calore avviene solamente per irraggiamento. Sicuramente nei passaggi tra luce ed ombra vi è una grandissima escursione termica…

Il sito che ho indicato contiene un sacco di materiale “da complottisti” come lo chiamate quì. Alla fine ammetto di essere ancora profondamente ignorante (nonostante sia a due passi dalla Laurea). E non volendo “fidarmi” ne dei “complottisti” ne dei “creduloni”, ho una sola chance: studiare di più.

Interessante anche questo filmato…

http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=1363

Grazie della risposta, Marco, è bello poterne parlare con qualcuno. Spero altri si uniscano alla discussione portandoci un po’ di quelle sane informazioni di cui io (e credo anche te) abbisognamo.

Permettimi di farti una correzione. La Luna non possiede le fasce di Van Allen. Mi pare non abbia nemmeno un campo magnetico, ma potrei sbagliare… Le gia citate fasce riguardano la Terra. Le si conosce da tempo (1958), ma ho trovato spesso notizie molto approssimative (anche a livello di pubblicazioni) o datate. Basti pensare quanto tempo e quanti maledettissimi test nucleari ci sono voluti per capire quali devastanti effetti avessero le radiazioni sul materiale biologico… Oppure a tutt’oggi molti si dimenticano che sono tre e si limitano a descrivere la fascia degli elettroni e quella dei protoni, trascurando quella dei nuclei di metalli pesanti. Proprio quest’ultima è quella che mi incuriosisce di più perché ho letto possieda particelle ad altissima energia.

Vedi, l’azione delle fasce si Van Allen è ben nota e le agenzie spaziali di tutto il mondo evitano accuratamente di spedirvi all’interno i loro satelliti per troppo tempo. Qualunque sia la loro funzione, ricerca, spionaggio, telecomunicazioni, per evitare si danneggino irrimediabilmente vengono tenuti al di sotto o fatti passare attraverso di gran carriera.

Le missioni Apollo, destinazione Luna, dovrebbero essere le uniche ad aver portato astronauti attraverso le suddette fasce.

Capirai bene che la mia curiosità mi porta ad indagare. Diamine se veramente sapessi con certezza e rigore scientifici come sono fatte queste dannatissime fasce, potrei io stesso calcolarmi gli effetti che dovrebbero aver avuto sugli astronauti. Dovrei sapere:
a) in quanto tempo sono state attraversate;
b) che particelle contengono (questo in teoria lo so);
c) quanto sono energetiche;
d) qual’era la schermatura degli astronauti.

Confrontando con le relative curve di esposizione alle radiazioni si otterrebbero risultati certi, non pareri. Da Galileo in poi non è più stato necessario “immolarsi” per la verità: Ci ha donato un METODO per permettere alle informazioni di “parlare da sole” Certo, a volte queste verità ci parlano in un linguaggio un po’ difficile…

E’ da tempo che sto su questo argomento. Non credere che non ci dorma la notte, anzi! Sono convinto che sia proprio perché mi applico poco nella ricerca delle fonti di informazione che non ne son ancora venuto a capo. 🙂

Ciao Fabio!
mmmm… Beh io sinceramente non sono abbastanza preparato, benchè sia il mio campo, a rispondere ad una domanda così.
Sicuramente è un’obiezione che non avevo mai letto prima in nessun sito ‘complottistico’, e questa è una cosa positiva.
Qualcosa però la posso dire, anche se non posso entrare direttamente in merito alla fascia di Van Allen lunare….
Penso che oramai nessuno (eccetto chi crede che la terra è piatta) possa negare che gli astronauti vadano in orbita…
Se non sbaglio, anche la terra (oltre che la luna) ha la sua fascia di Van Allen… Quindi: gli astronauti devono per forza averla atraversata almeno 2 volte ad ogni missione.. ma non mi sembra che sia mai morto nessuno (non a causa diretta di quella fascia).
Ora non so sinceramente (e non lo so veramente) quali differenze ci sono tra la fascia della terra e quella della luna, a naso mi viene da dire che la fascia della luna sia + piccola e + sottile (ma è solo un’ipotesia mia); però se gli astronauti passano senza poblemi la fascia della terra per pochi minuti (e questo è innegabile perchè avviene) non vedo che problemi dovrebbero esistere nell’attraverare quella della luna….
Cmq ripeto, non sono abbastanza preparato in materia per dare una risposta convinta; ho solo cercato di usare la testa (magari male) ma ci ho provato 🙂
Ciao

Marco

Maledetto correttore ortografico, devo tornare a scrivere con carta e penna!

Scusate i miei “fascie” con la “I”…

Non sono un complottista ne un credulone. Cerco sempre un approccio razionale ai problemi e mi pongo in maniera critica. Sono laureando in Biologia all’Università di Padova ed ho nella mia carriera accademica un lungo trascorso presso la facoltà di Fisica.

Odio quando mi si vuole “convincere” che una cosa è vera od è falsa perché la scienza non è fede! Purtroppo però spesso è questo l’atteggiamento di chi non vuole nemmeno riflettere sull’ipotesi della “bufala”. Pertanto ancora una volta gradirei ricevere in risposta dati e misure, non tanti bei “fidati”. Dopo nove anni di studi in facoltà scientifiche so leggere dei dati, non ho bisogno di chi li interpreta per me! E a differenza di molti altri so anche rispondere “non so”, senza dover necessariamente credere a qualche cosa o al suo contrario.

Non so nulla di fotografia e non ne parlerò. Per quanto riguarda fenomeni fisici trovo che molti dubbi dei “complottisti” siano ridicoli ed altri solo apparentemente logici. Le risposte dei “tradizionalisti” mi trovano sempre d’accordo.

Vi è un punto però che non mi ha mai convinto e sul quale cerco da tempo informazioni. Le fascie di Van Allen. Vi assicuro che ho cercato ogni sorta di informazione a riguardo anche attingendo alle pubblicazioni scientifiche attraverso il database delle biblioteche universitarie dell’università di Padova. Risultati? Pochi e spesso deludenti. Fino a quest’anno.

Un mio amico/collega, laureando in Radiologia mi ha aiutato nelle ricerche. Alla fine siamo riusciti a mettere insieme un po’ di informazioni soprattutto attingendo a materiale prodotto da giovani laureati in fisica alla normale di Pisa. Tema del loro lavoro era proprio l’effetto di radiazioni quali quelle presenti nelle fascie di Van Allen su materiale biologico. E le loro conclusioni erano chiare…

Vi è infatti un terza fascia di Van Allen, “dimenticata” nell’articolo citato da Attivissimo (che seguo da tempo e stimo molto). La fascia che racchiude i nuclei di metalli pesanti, principalmente ferro. E’ sì la più sottile, ma raggiunge valori energetici impressionanti (TeV). Valori che se non erro sono 5 ordini di grandezza sopra ai più potenti accelleratori di particelle del nostro pianeta.

Ora in me vi è ancora un dubbio sulla bontà delle informazioni in mio possesso essendo materiale non ancora pubblicato. Tant’è che preferisco non fare alcun riferimento bibliografico. Il mio intento infatti non è convincere voi o me stesso, ma acquisire una conoscenza. E vorrei veramente avere maggiori informazioni circa le “famigerate fascie”, possibilmente informazioni di tipo “scientifico”, correlate di riferimenti bibliografici che ne attestino la bontà.

PS: Sconsiglio ai “tradizionalisti” di fare per qualche minuto da bersaglio in un accelleratore di particelle. E’ plausibile che trovino la morte. Anche se si proteggono con un po’ di alluminio!

Pertanto Gentile Dottor Polidoro, le sarei VERAMENTE grato se mi aiutasse a colmare una delle lacune della mia ignoranza.

Grazie in anticipo,
Fabio Guerrini.

Conosco anche io una persona simile…
Guarda i complottisti sono più unici che rari!
Se non ci fossero… sarebbe meglio 🙂

Una cosa curiosa: conosco qualcuno che sostiene che gli astronauti non sono mai stati sulla luna e contemporaneamente dice che sulla luna gli astronauti hanno visto gli UFO. Non c’è verso di fargli ammettere che le due cose si escludono a vicenda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*