#9: «Tutti i paranoici mi perseguitano!» Una conversazione con Umberto Eco

Avere la possibilità di incontrare e conversare con una mente ricca e stimolante come quella di Umberto Eco è qualcosa di straordinario.


Ascoltate che cosa ci ha raccontato Eco, a proposito di irrazionalità, complotti e Cappuccetto Rosso…

Il nuovo libro di Umberto Eco: "Numero Zero" (Garzanti)

È uscito in questi giorni il nuovo romanzo di Umberto Eco, Numero Zero, un viaggio nella mentalità complottistica e paranoica di un giornale destinato al ricatto e alla macchina del fango ordita dal suo editore. Tra reali misteri d’Italia e fantasie da cospirazionisti, si legge quasi come un saggio su come “non dovrebbe essere il giornalismo”.

Per l’occasione ho pensato di condividere con voi una chiacchierata registrata qualche tempo fa a casa di Eco molto in linea con i temi del romanzo.

Questi sono alcuni degli argomenti che abbiamo toccato:

  • L’irrazionale è in crescita?
  • Le librerie americane come termometro dei gusti
  • Perché “l’occulto” vende di più
  • Se i sessantottini si buttano sul New Age
  • È necessario un osservatorio accademico sulle pseudoscienze?
  • Il caso “Di Bella” come esempio di scienza che si auto-corregge
  • La democrazia è una bella cosa, ma la scienza non funziona così…
  • «La scienza è democratica diacronicamente e non sincronicamente»
  • Se le psuedoscienze si infiltrano in Università
  • Perché gli scienziati sono i primi a diventare pseudoscienziati quando escono dal loro ambito
  • I logici formali che credono a Cappuccetto Rosso
  • Se gli umanistici sono più scettici degli scienziati hard
  • Quando l’estrema specializzazione della scienza diventa un problema
  • E se il complotto fosse contro il CICAP?
  • «È il mio motto: tutti i paranoici mi perseguitano!»
  • La divulgazione scientifica pop può giocare un ruolo contro l’irrazionalità?
  • Perché occorre puntare di più sull’educazione
  • Bisogna insegnare i trucchi ai bambini!
  • Erone Alessandrino e le lezioni di Eolipila
  • «Vi svelo il mio metodo se dovessi incontrare il diavolo…»

Inoltre, nella Bottega dello scrittore, discutiamo anche delle 10 regole di scrittura di Elmore Leonard e di che cosa significhi seguire e poi… rompere le regole.

È possibile ascoltare l’episodio sia con il player qui sotto che da questa pagina. Inoltre, è possibile iscriversi al podcast dal vostro iTunes, feeder, lettore o player utilizzando il seguente feed http://www.massimopolidoro.com/category/podcast/feed.

Vi invito a lasciarmi un commento qui sotto (o anche sulla pagina dell’iTunes Store) per dirmi che cosa pensate dell’episodio. E poi, non dimenticate di lasciarmi una domanda vocale: vi risponderò in una prossima puntata.


Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla mia newsletter per non perdere i prossimi e restare aggiornato. Riceverai i miei ebook e i miei video esclusivi e gratuiti.


Massimo Polidoro

Scrittore, giornalista e Segretario del CICAP, è stato docente di Metodo scientifico e Psicologia dell’insolito all’Università di Milano-Bicocca. Allievo di James Randi, è Fellow del Center for Skeptical Inquiry (CSI) e autore di oltre 40 libri e centinaia di articoli pubblicati su Focus e altre testate. Rivelazioni e Il tesoro di Leonardo sono i suoi libri più recenti. Il 3 marzo 2015 uscirà per Piemme il suo primo thriller: Il passato è una bestia feroce. Si può seguire Massimo Polidoro anche su FacebookTwitterGoogle+ e attraverso la sua newsletter (che dà diritto a omaggi ed esclusive).




3 Comments

  1. Davvero un bel regalo per tutti. Mi è piaciuto un sacco il discorso che la scienza non può essere democratica. E pure bisognerebbe fare una buona preparazione di tanti insegnanti che spacciano fuffa ai loro alunni e studenti (leggende urbane che ritengono vere, e poi cose del tipo “No, non credo agli oroscopi, ma penso che i segni zodiacali determinino il carattere delle persone”), ma sarebbe bello anche che a scuola si insegnassero un po’ di trucchi e giochi di prestigio, o tecniche di mentalismo (salvo poi vedere genitori che protestano perché i loro piccoli possono ipnotizzarli, dato che sul mentalismo si hanno certi preconcetti duri a morire!).
    Insomma non posso che condividere ogni parola e financo ogni virgola di quello che ha detto Umberto Eco, che, purtroppo, è venuto a mancare troppo presto.

  2. Grazie per questa piccola perla. Umberto Eco mi mancherà molto…

  3. Tento di ascoltare il podcsst di umberto eco, ma mi apre un html. Wiko rainbow con android.

Lascia un commento

*