Su “L’indice dei libri” la recensione #180 per “Il passato è una bestia feroce”!

Hanno toccato quota 180 le recensioni dedicate al mio romanzo Il passato è una bestia feroce!

Indice

L’ultima è a firma di Fernando Rotondo per L’indice dei libri del mese di novembre.

Di che cosa parliamo lo sapete, il mio primo thriller Il passato è una bestia feroce. Se è la prima volta che ne sentite parlare potete provvedere subito, considerato poi che il Natale si avvicina

LEGGI “IL PASSATO È UNA BESTIA FEROCE”

È un libro che continua a darmi soddisfazioni. Dopo:

Sono risultati che mi fanno molto piacere e che mi spronano a fare del mio meglio per la prossima indagine di Bruno Jordan, già protagonista de Il passato è una bestia feroce e presto pronto a tornare in pista.

Uscirà infatti nel 2016 la nuova avventura – su cui sto lavorando ininterrottamente – e presto potrò condividere qualche anticipazione.

Chi desidera prendere parte alle nuove iniziative che probabilmente realizzerò quando si avvicinerà l’uscita del libro, non deve fare altro che iscriversi alla mia newsletter. Sarà qui, infatti, che cercherò i primi collaboratori:

ISCRIVIMI ALLA NEWSLETTER

Vi aspetto!

Nel 2016 torna Bruno Jordan, con il seguito de "Il passato è una bestia feroce"


Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla mia newsletter per non perdere i prossimi e restare aggiornato. Riceverai ebook e video esclusivi e gratuiti.


Massimo Polidoro

Scrittore, giornalista e Segretario del CICAP, è stato docente di Metodo scientifico e Psicologia dell’insolito all’Università di Milano-Bicocca. Allievo di James Randi, è Fellow del Center for Skeptical Inquiry (CSI) e autore di oltre 40 libri e centinaia di articoli pubblicati su Focus e altre testate. Rivelazioni e Il tesoro di Leonardo sono i suoi libri più recenti, mentre Il passato è una bestia feroce è il primo thriller di una nuova serie. Si può seguire Massimo Polidoro anche su FacebookTwitter, PeriscopeGoogle+, Instagram e attraverso la sua newsletter (che dà diritto a omaggi ed esclusive).



Lascia un commento

*