Come si piega il cucchiaino?

spoon bending

E’ una delle cose che mi vengono chieste più spesso. In effetti, quello delle posate piegate è un trucco che rientra nel repertorio dei prestigiatori, e come tale non può essere svelato nei dettagli, ma vi posso assicurare che si può eseguire pressochè con qualsiasi posata.

Ci sono alcuni prestigiatori che usano cucchiaini speciali o truccati, ma non sono necessari (e anzi sono rischiosi: se uno spettatore vuole controllare in questi casi non può farlo, con i cucchiaini veri invece sì). Si tratta in sostanza di una particolare manipolazione, che richiede molta pratica e abilità non solo manuale ma soprattutto psicologica: conoscere il trucco in sè serve a poco. Il trucco, infatti, sta tutto nell’imparare a ”manipolare” l’attenzione di chi guarda, infatti.

Personalmente, avrò piegato davvero centinaia di posate, chiavi, chiodi e altro, sia in TV che in conferenze, a tavola, per strada o a quattr’occhi. Ho avuto la fortuna di imparare la tecnica direttamente da James Randi, che a sua volta lo ha imparato studiando Uri Geller da molto vicino…

Se comunque quello che scrivo non vi basta… allora sappiate che Martin Gardner ha scritto un libro in cui svela per filo e per segno questo e altri trucchi del repertorio di sensitivi tipo Geller: Confessioni di un medium (CICAP, 2006).

Buon divertimento.

Share:

18 risposte

  1. secondo me non capite niente,il trucco della piattaforma nessuno di voi lo conosce altrimenti sareste ricchi,non è vero che non volete spiegarlo per rovinare la magia….la muraglia cinese?lui entra nelle scale,poi lo portano dall’altra parte…osservate i piedi degli assistenti che non calpestano mai la parte centrale del pavimento della piattaforma,perchè vi è un buco dove lui esce,e quando appoggiano il telo bianco sulla parete per simulare le mani e il viso di david,sono le loro mani con una maschera

  2. Il trucco del teletrasporto è una cag…!!! E ttt registrato!!!! Quando è sulla piattaforma, appena esplode, David salta giù!!! e fanno partire il filmato!!! è sembra che sia davvero nell’isola!!! cmq David Copperfield resta il migliore!!!

  3. Ciao Francesco, ciao Andrea!
    Me ne guardo bene di volere la spiegazione pubblica. Anchè perchè giusto o arrivarci da soli, o restare con il mistero di come abbia fatto a fare quell’illusione. L’importante è sapere che si è solo trattato di quello, di un’illusione.
    Io devo spiegarmi tutt’ora come abbia fatto a passare la grande muraglia (anche se una piccola ipotesi me la sono fatta), ma l’importante è sapere che David è un illusionista e queste cose le fa per divertire la gente, non per farsi credere un medium o chissà chi.
    Tornando al teletrasporto, l’unica spiegazione possibile è che le immagini sono state registrate nello studio affianco usando un finto sfondo (anche se David nella presentazione lo esclude), ma non trovo neanche una mini spiegazione sulla sparizione dalla piattaforma…
    Pazienza, mi scervellerò per i prossimi anni 🙂

    Ciao a tutti!

    Marco

  4. ciao a Vega e a tutti.
    Si. ho visto lo spettacolo di D.C. dal vivo a Milano. Ovviamente la mia era una battuta: D.C. è e rimane un grande professionista. L’effetto del “teletrasporto” è un effetto di grande impatto (specialmente la piattaforma!). Riguardo la spiegazione…..sono d’accordo con il post di Andrea:-)) Mi pare insensato paragonare una grande illusione con un esperimento di mentalismo. Volevo solo far risaltare il fatto che nell’illusionismo, e nel mentalismo in particolare, il miracolo è dato da come si presenta l’effetto e dal contesto in cui è proposto. Un semplice trucco da manuale può diventare un effetto potente nelle mani giuste.
    Alcuni mesi fà partecipai ad una conferenza di Max Maven. Tra tutti gli effetti presentati, uno in particolare lasciò una ventina di mentalisti a bocca aperta…..il principio che utilizzò in quel caso è su tanti libri che tutti noi abbiamo in casa e che tutti conoscevamo, solo che lui lo aveva presentato bene con una introduzione talmente deviante da far pensare l’impossibile.
    Buon mentalismo a tutti
    F.

  5. Pur ammirando Copperfield devo ammettere che preferisco decisamente uno spettacolo di micromagia dove il prestigiatore interagisce con il pubblico e dove si mostra davvero un abilità !
    Sono stato allo spettacolo di Copperfield, davvero fantastico, visivamente perfetto ma effettivamente il teletrasporto è un “gioco da bambini” molto costoso ma pur sempre un gioco … non mi permetto certo di spiegarlo altrimenti svanisce il prestigio.

    Apprezzo il lavoro del Cicap, oltre ad essere un appasionato di magia sono anche psicolgo e penso che la cosa più bella di uno spettacolo sia poroprio il prestigio… quindi non approvo molto quando su internet girano spiegazioni accessibili a tutti …
    se uno è appassionato può cominciare a leggere … leggere … leggere …

  6. IL TELETRASPORTO UN TRUCCO DA BAMBINI???????????????
    Ma l`hai visto???? Perche` se l`hai visto devi spiegarmelo in quando sono mesi che io e i miei amici cerchiami di chiederci come cavolo abbia fatto a scomparire quasi all`improvviso da una piattaforma di 3 cm sopra le teste del pubblico e catapultarsi in un isola del pacifico con le prove a presso!!!!
    Io conosco molti trucchi di Copperfield, per alcuni ci sono arrivato a ragionamento (come la sega che lo sega in 2 o il volo) ma questo non riesco a trovarci (benche` ci sia per forza) una spiegazione!
    Se mi vuoi illuminare dato che tu mi sembri un prestigiatore da quanto dici te per definirlo “trucco da bambini” te ne sarei grato! Altro che scontato….
    Ciao
    Marco

  7. Ciao Massimo e ciao a tutti,
    il “trucco” del cucchiaino (anche se a me piace chiamarlo in modo differente) non lo considero un “giochino da bambini”. Lo utilizzo da diversi anni abbinato ad altri tipi di “metal bendings” (chivi,monete) con un forte impatto sul pubblico. Mi sembra più un trucco da bambini il teletrasporto di David Copperfield, bello, spettacolare quanto scontato :-))
    Ciao
    Francesco

  8. Beh, se penso a quello che fa David Copperfield (ed è in gran parte tutta farina del suo sacco, vedi l’ultimo teletrasporto umano…) il trucco dei cucchiani diventa un giochino da bambini…

  9. In effetti capire il trucco non è difficile, è eseguire il piegamento che richiede una grande abilità.

  10. Sarebbe curioso sapere chi sia stato un eventuale insegnante di Geller.. se ha studiato tutte queste tecniche manipolatorie da solo è un genio.. e chissa quanto tempo ci ha perso,ad ogni modo gli è stata valsa la pena perchè questi giochetti dei metalli piegati lo hanno reso famoso,ed è riuscito ad ingannare un sacco di persone!
    Per caso queste tecniche manipolatorie sono le stesse che vengono usate per spezzare i cucchiai oltre che piegarli?

Rispondi a Francesco Busani Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*