Categorie
Blog Misteri?

Ma i fachiri le spade le ingoiano per davvero?

È una domanda legittima, visto che sembrano fare qualcosa di assolutamente pericoloso.

mangiatore di spade

In effetti, pur esistendo dei trucchi, è una disciplina che può essere messa in pratica realmente. Ecco come…

Come funziona il numero del mangiatore di spade.
Come funziona il numero del mangiatore di spade.

Quest’arte, nata 4000 anni fa in India, richiede un lungo allenamento e molta attenzione.

È vero che alcuni si servono di spade telescopiche che, invece di finire in gola, si ritraggono nel manico, ma i veri mangiatori di spade sono persone che hanno imparato a controllare il riflesso faringeo del rigurgito.

È quello che ci induce a sputare qualcosa di troppo grosso (come accade a volte con certe pastiglie) quando arriva dietro la lingua.

Il mangiatore di spade, dunque, deve imparare a introdurre in gola prima oggetti piccoli per arrivare alla fine a infilare una spada intera.

A quel punto, deve imparare a fare scendere la lama lungo l’esofago evitando di urtare polmoni, cuore o fegato, e farla poi entrare nello stomaco fino a toccarne il fondo: il tutto senza muoversi, restando calmi e sopprimendo il bisogno di vomitare.

Nonostante l’enorme cautela necessaria, inoltre, la spada deve essere infilata ed estratta nel più breve tempo possibile, perché un colpo di tosse o uno starnuto al momento sbagliato potrebbero provocare una perforazione dell’esofago o dello stomaco.

Ecco un interessante documentario (vincitore del premio Ig-Nobel) sugli effetti collaterali del “mangiare spade”:

https://youtu.be/nIQC5655H5k

Per saperne di più


Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla mia newsletter per non perdere i prossimi e restare aggiornato. Riceverai ebook e video esclusivi e gratuiti.


Massimo Polidoro

Scrittore, giornalista e Segretario del CICAP, è stato docente di Metodo scientifico e Psicologia dell’insolito all’Università di Milano-Bicocca. Allievo di James Randi, è Fellow del Center for Skeptical Inquiry (CSI) e autore di oltre 40 libri e centinaia di articoli pubblicati su Focus e altre testate. Rivelazioni e Il tesoro di Leonardo sono i suoi libri più recenti, insieme ai thriller Il passato è una bestia feroce Non guardare nell’abisso. Segui Massimo anche su FacebookTwitter, PeriscopeInstagram, Pinterest, Telegram e la sua newsletter (che dà diritto a omaggi ed esclusive). Per invitarmi a tenere una conferenza scrivete qui.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*