Chi c’è in quella foto?

Leandra mi scrive: «Salve massimo vorrei mandarle una foto scattata circa un anno fa…….ero nel negozio di una mia amica ma al momento dello scatto della foto lei era distante da me. A tal proposito volevo farle notare il volto alla mia sinistra…..l’ho notato ieri e non so se preoccuparmi».

Io tranquillizzerei Leandra: non vedo niente di cui preoccuparsi nella foto (a parte forse la mano non troppo ferma del fotografo – ma forse era un autoscatto?).

Quello che sembra un volto molto squadrato sulla destra (quasi una maschera) potrebbe essere qualunque cosa, in realtà: la foto è mossa e si vedono solo un paio di elementi (una possibile bocca, uno zigomo, un “ciuffo di capelli”) che potrebbero far pensare a un volto. Ma, come ripeto, potrebbe esser qualunque cosa: una sedia, uno scaffale, la stessa mano sinistra di Leandra che si muove…

Chissà magari tornando nello stesso luogo, e mettendosi nella stessa posizione in cui è stata scattata la foto, potrebbe esserci la possibilità di risolvere il mistero. Ma non necessariamente: se l’eventuale sedia o scaffale  sono stati spostati o se l’immagine è stata prodotta da qualcosa di estemporaneo (il braccio di qualcuno) non ci sarà modo di riprodurre la foto.



90 Comments

  1. Esattamente Paola evidentemente Roberto nn ha letto i post precedenti.

  2. OK! Mi sono iscritta al Club!

    Il link l’ho trovato facendo una ricerca su Google e arrivandoci tramite FaceBook.

    Offro la mia disponibilità per i contenuti!

  3. @Roberto:

    mi pare che Lea abbia detto di aver scattato la foto col telefonino, quindi di prismi e di reflex proprio non si può parlare.

  4. Ciao Luca M.

    dove è questo sito?

    Rosa

  5. Eureka…

    Ho capito perché nn mi faceva postare , avevo incluso un link che al blog non piace, che peccato avevo creato un sito per il club degli ” Infedeli Negazionisti ” 😉

  6. X Roberto : non ho capito niente nel tuo post delle17.28. ciao

  7. Ciao Roberto nn puoi immaginare che mal di testa mi ha fatto venire il tentar di comprender la suddetta quartina Nostradamusiana.

    Potrebbe gentilmente illuminar lo mio povero intelletto con vocaboli e espressioni che financo un idiota como lo sottoscritto possa capir?

  8. ciao, non son io il C I C A P !!!!!! — ma c’e’ una risposta dal C I C A P. ? le macchine da presa sapranno ” nel caso, chi c’e in qella foto” poter eseguire errori ogni tanto, o l’errore lo fa’ solo il computadore ogni tanto; che tipo di reflex la esegui? ma non credo di poter dare la risposta che vuoi, pero’ se come dico , il prisma di quest’ultima certi scerzetti li fa’ — a suo piacimento

  9. luca: no, se una cosa non puoi dimostrare che non esiste, non vuol dire che esiste. Non puoi dire niente e basta, sospendi il giudizio semplicemente. Non voglio dimostrare nulla. Ho solo commentato una frase di nicholas che non poteva essere veritiera. Tutto qui.

    Il Cicap sperimenta, verifica, indaga e tira le sue conclusioni con i mezzi che la scienza offre, ma non mi risulta che abbia mai detto ‘il paranormale non esiste’. Non può dirlo. Io ho sempre sentito dire ‘finora non ci sono prove convincenti che esiste un qualche fenomeno paranormale’, e lascia la porta aperta a eventuali nuove scoperte.

    Poi anche io la penso come te: una cosa esiste nel momento in cui viene dimostrata. Se no ci mangiamo la coda all’infinito…

  10. Ciao Luca Menichelli

    chiedo venia, confusione luchesca…ahaha!!

    2 Luca son meglio di uno :- ;

Lascia un commento

*