L’ultima notte di Luigi Tenco: 50 anni fa, la morte a Sanremo

Sono passati 50 anni da quando, il 27 gennaio 1967, Luigi Tenco si tolse la vita dopo l’eliminazione della sua canzone al Festival di Sanremo. Accanto all’ipotesi del suicidio, confermata da una lettera d’addio, si sono avute anche quelle dell’incidente e dell’omicidio. Ma come andò veramente?

Irresistibilmente attratti dalla paura

Perchè Massimo Polidoro, che conoscevamo come l’indagatore italiano dell’occulto, passa dall’inchiesta sul «paranormale» a quella sul «normale» per quanto patologico e spaventoso esso sia?

«Perché più che uno studioso del paranormale, mi definirei un curioso dell’insolito: insolito che può riguardare tanto fenomeni ritenuti paranormali, ma che magari poi hanno spiegazioni naturali (non meno affascinanti), quanto episodi storici avvolti nel mistero. Devo dire che dopo avere trascorso diversi anni a studiare il mondo del paranormale, e trovandomi sempre di fronte all’impossibilità di assistere a un autentico fenomeno, ho deciso di allargare i miei interessi anche a misteri che non avessero niente di soprannaturale, che richiedessero comunque fiuto investigativo ma che, alla fine, potessero anche dare una qualche risposta. E poi, spesso i casi di cronaca nera oltre che presentare aspetti misteriosi hanno stretti legami con il mondo dell’occulto: penso alla vicenda del Mostro di Firenze, di cui mi occupo ampiamente nel libro….

Un gioco infame: l’inizio del libro

Prologo LA TRAPPOLA A14, Autostrada Adriatica Km 104 tra Rimini nord e Cesena Sabato, 3 ottobre 1987 Ore: 22.30 Al volante dell’auto civetta, il vice sovrintendente Luciano Baglioni si sentiva inquieto. Non era il buio dell’autostrada semideserta, né la tensione per la trappola che stava per scattare ai danni di una banda di ricattatori.

Cronaca nera

Indagine sui delitti che hanno sconvolto l’Italia