Categorie
Blog Misteri?

Il peggiore disastro aereo previsto in un sogno?

Perché quando si legge una notizia straordinaria non bisogna mai escludere la possibilità dell’inganno o dello scherzo?

Tenerife 1977 - plane crash disaster

Ecco un caso che dovrebbe fare riflettere sull’attendibilità dei media nel riportare correttamente le notizie riguardanti il paranormale…

Categorie
Blog

Sei un sensitivo?

Avverbi Edizioni, 1997. 140 pag. €13.43

Un manuale per verificare eventuali facoltà paranormali, una raccolta di esperimenti pratici e semplici da realizzare in casa propria per mettere alla prova qualunque fenomeno “insolito”: dalla ESP (Percezione Extra-sensoriale) alla psicocinesi, dalla chiaroveggenza alla precognizione, dalle facoltà medianiche a quelle terapeutiche dei guaritori, dalla possibilita’ di vedere l’aura a quella di trovare l’acqua per mezzo della rabdomanzia, e poi ancora: astrologia, levitazione, viaggi fuori dal corpo, sensibilita’ ai cristalli, kinesiologia applicata… Allegato al libro un esclusivo mazzo di carte Zener per gli esperimenti di ESP.

L’INIZIO DEL LIBRO:

Una tesi ricorrente, quando si parla di facoltà paranormali, è quella secondo cui la maggior parte degli uomini utilizzerebbe non più del 10 per cento del proprio cervello. Lasciando così intendere che se si riuscisse a servirsi anche del restante 90 per cento si potrebbero risvegliare strabilianti facoltà. Molti sono convinti che il cervello sia tuttora un mistero, largamente incomprensibile all’uomo. Tuttavia, è sufficiente procurarsi un recente manuale di neurofisiologia per convincersi che le cose stanno ben diversamente. Benché ci siano certo ancora molte cose da studiare, i principi di base del cervello sono ormai chiari e gli elementi a disposizione permettono di inquadrare l’attività cerebrale nei suoi aspetti più importanti come la percezione, il comportamento, le emozioni e l’attività mentale in generale. Non esistono “parti” del cervello misteriose, di cui non si riesce a immaginare la funzione e che, come sostengono alcune persone a digiuno di neurologia, potrebbero essere la sede di eventuali facoltà paranormali. Il potenziale non utilizzato del cervello, semmai, si può riferire allo “sviluppo mentale”: in altre parole, un uomo in isolamento, senza contatti culturali, senza istruzione utilizza una percentuale molto inferiore delle sue potenzialità cerebrali rispetto a qualcun altro che invece vive in un ambiente culturalmente stimolante. Ma non per questo il professore universitario può sollevare i tavoli con la mente!

«Nella battaglia quotidiana contro l’irrazionale in cui tanti di noi, scienziati e non, ritengono doveroso impegnarsi, Massimo Polidoro rappresenta una voce di inusitata freschezza, che nel giro di pochissimi anni è riuscita ad imporsi all’attenzione di un pubblico senz’altro ampio…» (dalla Prefazione)
Riccardo Luccio, Università di Trieste

Categorie
Blog Magia & illusione

L’illusione del paranormale

Che cosa si nasconde dietro i fenomeni più misteriosi della parapsicologia?