domenica 15 dicembre 2019

Posts Tagged ‘Regole scrittura’

#9: «Tutti i paranoici mi perseguitano!» Una conversazione con Umberto Eco

Avere la possibilità di incontrare e conversare con una mente ricca e stimolante come quella di Umberto Eco è qualcosa di straordinario.


Ascoltate che cosa ci ha raccontato Eco, a proposito di irrazionalità, complotti e Cappuccetto Rosso…

 

Le 10 regole di scrittura del grande Elmore Leonard

Elmore Leonard è stato uno degli autori americani di noir più incredibilmente prolifici, uno scrittore capace come pochi di conciliare successo e qualità letteraria e che fino all’ultimo (è morto a 87 anni, nel 2013) ha continuato a sfornare grandi libri.

Nel 2001 il New York Times gli chiese di sintetizzare in 10 regole i principi che lo guidavano nella sua scrittura così asciutta e straordinariamente efficace. Questo è quanto ha scritto Leonard…

 

Le 10 regole di Stephen King per scrivere un bestseller

Ho realizzato per tutti gli iscritti alla mia newsletter uno speciale ebook che contiene i consigli del re del thriller per migliorare la propria scrittura da me commentati. Si intitola Le 10 regole di Stephen King per scrivere un bestseller e lo si può scaricare iscrivendosi qui.

Di che si tratta esattamente? Per dartene un’idea, trovi di seguito e in alcuni dei post seguenti un assaggio del contenuto. Se pensi che si tratti di consigli che potrebbero esserti utili, non devi fare altro che iscriverti qui alla mia newsletter e scaricare questo ebook, oltre agli altri omaggi. Potrai interrompere l’iscrizione in qualunque momento tu voglia.

Le 10 regole di Stephen King

MANDAMI LE “10 REGOLE” di STEPHEN KING

È vero, il titolo sembra uno di quelli acchiappa-gonzi di certi corsi di scrittura poco affidabili, ma è proprio quello che tempo fa aveva voluto lui, il Re, per raccontare i suoi segreti di scrittore di successo.

Punto di partenza per questo “mini-corso kinghiano di scrittura”, anche se non sarà l’unico, è un articolo intitolato appunto “Tutto quello che c’è da sapere sulla scrittura di successo – in dieci minuti” che King scrisse nel 1988 per The Writer’s Handbook , una guida americana per scrittori, con contributi di autori famosi, indirizzi di editori e agenti e altre informazioni utili per chi vive di scrittura. In esso, King esordiva raccontando la storia dei fatidici 10 minuti a cui attribuisce il suo successo come scrittore.

Nel 1964, King frequentava il secondo anno di liceo e aveva finito per mettersi nei guai. Per punizione gli fu ordinato dal preside di dare una mano al giornale locale della città del Maine dov’era cresciuto. In quella piccola redazione, Stephen King conobbe un editor di nome John Gould, che lui definisce come l’uomo che, nel giro di dieci minuti, mentre correggeva il suo primo articolo, gli insegnò tutto quello aveva bisogno di sapere sulla scrittura.

Ecco come King la racconta:

(Gould) iniziò a lavorare sul pezzo con una grande penna nera e mi insegnò tutto quello che ho mai avuto bisogno di sapere sul mio mestiere. Vorrei avere ancora quell’articolo – che meriterebbe di essere incorniciato, correzioni editoriali e tutto il resto – ma ricordo abbastanza bene come appariva quando ebbe finito. Ecco un esempio:

(nota: questo è come appariva prima dei contrassegni di modifica indicati sul pezzo originale di King)

Ieri sera, nell’amata palestra della Lisbon High School, tanto i tifosi della squadra quanto i fan di Jay Hills sono rimasti a bocca aperta per una prestazione atletica senza eguali nella storia della scuola: Bob Ransom, noto come “proiettile” Bob sia per le sue dimensioni che per la precisione, ha segnato trentasette punti. Lo ha fatto con grazia e velocità… e lo ha fatto anche con un’insolita cortesia, commettendo solo due falli nella sua quasi cavalleresca ricerca di un record che elude la squadra del Lisbon dal 1953…

(dopo i contrassegni di modifica)

Ieri sera, nella palestra della Lisbon High School, tanto i tifosi della squadra quanto i fan di Jay Hills sono rimasti a bocca aperta per una prestazione atletica senza eguali nella storia della scuola: Bob Ransom ha segnato trentasette punti. Lo ha fatto con grazia e velocità… e lo ha fatto anche con un’insolita cortesia, commettendo solo due falli nella sua ricerca di un record che elude la squadra del Lisbon dal 1953…

Quando finì di correggere il mio pezzo nel modo che ho sopra indicato, Gould alzò gli occhi e dovette vedere qualcosa sul mio viso. Penso che deve avere creduto si trattasse di orrore, ma non lo era: era rivelazione.

“Ho solo tolto le parti che non vanno, sai,” disse. “Per il resto è piuttosto buono.”

“Lo so,” dissi, il che significava due cose: sì, la maggior parte del pezzo era buona, e sì, aveva tolto solo le parti che non andavano. «Non lo farò più.”

“Se dici sul serio”, disse, “non dovrai mai più lavorare. Potrai fare questo per vivere.” Poi buttò indietro la testa e rise.

Ma aveva ragione: faccio questo per vivere e finché mi riesce di farlo mi aspetto di non dovere lavorare mai più.

Che cosa aveva fatto di tanto speciale Gould? Aveva tolto tutte le parole inutili: regola numero 4, nella personale classifica di King. Da domani inizieremo a guardarle più da vicino, ma non è tutto.

Se vuoi ricevere l’intero “decalogo” di Stephen King non devi fare altro che iscriverti mia newsletter e riceverai l’ebook gratuito.

MANDAMI LE “10 REGOLE” di STEPHEN KING

UNA DOMANDA PER TE: Raccontami qui sotto se ti è mai capitato di accorgerti troppo tardi che c’erano parole di cui avresti potuto fare a meno nei tuoi testi. Io me ne accorgo ogni volta che rileggo i miei primi libri! Ecco perché non amo mai rileggermi… Oppure, dimmi qual è la cosa che trovi più difficile quando ti appresti a scrivere. Forse la soluzione si troverà nelle 10 regole di Stephen King. Ma, se non lo fosse, potremo cercare insieme il modo per trovarla.


Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla mia newsletter per non perdere i prossimi e restare aggiornato. Riceverai i miei ebook e i miei video esclusivi e gratuiti.


Massimo Polidoro

Scrittore, giornalista e Segretario del CICAP, è stato docente di Metodo scientifico e Psicologia dell’insolito all’Università di Milano-Bicocca. Allievo di James Randi, è Fellow del Center for Skeptical Inquiry (CSI) e autore di oltre 40 libri e centinaia di articoli pubblicati su Focus e altre testate. Rivelazioni e Il tesoro di Leonardo sono i suoi libri più recenti. Si può seguire Massimo Polidoro anche su FacebookTwitterGoogle+ e attraverso la sua newsletter (che da diritto a omaggi ed esclusive).


 

Il nuovo libro

L'avventura del Colosseo

L'avventura del Colosseo, il nuovo libro di Massimo Polidoro (Piemme), è in tutte le librerie.
ACQUISTALO ORA!

Iscriviti per essere aggiornato e partecipare alle mie iniziative!

Iscriviti alla mia newsletter: partecipa alle mie iniziative, ricevi ebook omaggio, video e anticipazioni. CLICCA QUI PER ISCRIVERTILa tua privacy è importante per me. I tuoi dati non saranno diffusi o condivisi in nessun modo.
* = campo richiesto!

powered by MailChimp!