Categorie
Blog

Il CICAP è su Twitter!

Se vi è capitato di perdervi un intervento TV del CICAP, o state viaggiando e vorreste sapere se nei dintorni il CICAP organizza qualcosa… O se volete sapere se è già uscito l’ultimo numero della rivista oppure avere gli ultimi aggiornamenti sul Convegno dei 20 anni… finalmente esiste una soluzione.

Da oggi, infatti, il CICAP è anche su Twitter. Per chi non lo conosce, Twitter è un servizio di social network che permette, a chiunque si iscriva, di ricevere istantaneamente (sul computer e sul telefonino) brevissimi messaggi di non più di 140 caratteri.

Ci è subito sembrato il modo più semplice, rapido ed economico per tenere informati i tanti che ci seguono ma che non hanno il tempo di visitare con assiduità il nostro sito, oppure che non vogliono iscriversi alle mailing list.

Come fare per ricevere i messaggi del CICAP tramite Twitter? E’ semplicissimo: create un account su Twitter, poi visitate la pagina del CICAP qui: https://twitter.com/cicap e cliccate “Follow” per iniziare a ricevere i messaggi.

Saprete sempre tutto e subito.

8 risposte su “Il CICAP è su Twitter!”

No, non è un caso, io sono minimo, amzi una nullità, ma sono felice di questo perchè sono una nullità che può glorificare DIO, COLUI che E’.

Tu (voi) invece, siete evidentemente “pesi massimi”, gente in gamba, gente che “sà”, cultura, ecc….bene, contenti voi contenti tutti.

Vi ricordo solo /visto che non ne fate parola/ la grandezza dell’umanesimo comunista ateo: con il suo rispetto la sua tolleranzza ha dato prova definitiva della superiorità degli atei.

Mi inchino alla vostra sapienza, o illuminati.

@<Luigi-No guarda, la stupidaggine umana (che poi si esprime al suo meglio nel l’illudersi di negare DIO) è spiegabilissima: fa tanto comodo non superare il proprio io, e vivere come se DIO non ci fosse; ci si arriva addirittura a convincere che sia “razionale” spiegare che il mondo si è fatto “per caso”. Resta pure dunque nella tua illuminazione/superiorità neuronale, non disturbarti nemmeno a parlare con degli essere inferiori che non si sono evoluti (Darwin saprà spiegare certamente anche questo), e buon pro ti faccia. Capisco che x l’èlite illuminata dover convivere con i deficienti credenti sia dura…ma cosa vuoi, non siano ai tempi di Stalin dove l’ATEISMO era finalmente al potere e poteva mettere i babbei ceedenti nei gulago perlomeno negli ospediali psichiatrici. Porta pazienza, o sapiente.

@minimo: tranquillo resta nella tua obsolescenza neuronale, ad ogni modo la vita resterà sempre un mistero ma quello più grande sarà sempre la stupidaggine umana, Cicap o non Cicap cambierà poco.

Luca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*