Il mostro di Flatwoods: ne parlo su “Focus”

Sull’ultimo numero di Focus (202, agosto) compare un mio articolo dedicato al caso del “mostro di Flatwoods”. Si tratta di un incontro ravvicinato, avvenuto nel 1952 a Flatwoods, tra le colline del West Virginia (USA), tra un gruppo di giovani e una misteriosa creatura.

Attirati da una scia luminosa che attraversò il cielo e sembrò finire dietro la collina, proprio verso la fattoria di un vicino, il gruppo giunse sul posto e si ritrovò di fronte una “sfera di fuoco pulsante” e, soprattutto, una strana creatura, con il viso a forma di asso di picche, occhi luminosi, la testa come avvolta in un cappuccio  e artigli all’altezza del ventre. Quando la creatura spiccò un balzo verso di loro, lanciando uno stridio acuto, tutti se la diedero a gambe per lo spavento.

Quell’incontro ravvicinato entrò nella storia dell’ufologia e nel mio articolo cerco di capire che cosa potrebbe essere accaduto realmente. A questa pagina, potete anche vedere una versione digitale della rivista e anche del mio articolo (che si trova a pag. 141).



2 Comments

  1. eh si quei ragazzi si sono fatti ingannare dalle loro mistificazioni sensoriali, capita un po’ per paura che altera, non poco, le percezioni, un po’ per desiderio di essere testimoni di qualcosa di ‘meraviglioso’; tutta la situazione a freddo è facilmente ed esaustivamente spiegata nell’articolo e nell’inchiesta di Massino Polidoro e difficilimente si potrebbe trovare da controbattere, bisognerebbe trovarsi nel mondo della fantascienza ma noi non lo siamo nevvero?

    Ottimo articolo scorrevole, leggibile ed esaustivo per i più curiosi.

    Luca

  2. Ciao, bene bene in casa siamo abbonati a focus quindi sarò sicuramente un lettore dell’articolo, commenti a dopo quindi, (OT) nel frattempo volevo ringraziare Massimo per la piacevole lettura delle sue ‘fatiche letterarie’ che mi rilassano in questa calda estate siciliana (fine OT), bai

Lascia un commento

*