Chi ha ucciso JFK? Il nuovo podcast

JFK shot in Dealey Plaza

Il 22 novembre di 44 anni fa John Fitzgerald Kennedy, il più amato tra i presidenti americani, veniva assassinato a Dallas nel corso di una parata pubblica. Ancora oggi, in tanti ritengono che JFK sia stato vittima di un complotto. Ne parlo, nella nuova puntata del mio podcast, con il più grande esperto italiano di questa vicenda, Diego Verdegiglio.



8 Comments

  1. Egregio Signor Rocca,
    ho scoperto solo ora che secondo Lei io sarei “un personaggio da operetta”. Tramite Polizia Postale, alla quale inoltrerò un esposto, cercherò di rintracciarLa per sapere se la Sua affermazione riveste il carattere di ingiuria e/o diffamazione , secondo quanto previsto dal nostro Codice Penale. Nel qual caso Le consiglio di trovarsi un buon avvocato. Il diritto di critica è legittimo, l’offesa gratuita no. Cordiali saluti. Diego Verdegiglio dv52@libero.it

  2. Pardon, la pubblicazione e’ senza moderazione: ulteriore conferma che Polidoro, quando non parla di JFK, e’ un ottimo divulgatore.

    Ah, visto che ci ri-sono… avete sentito per caso parlare dei due test scientifici condotti nel 2007 sulla neutron analysis? No? Strano, ma Verdigiglio non e’ il “massimo esperto italiano” del caso?

  3. Secondo me Polidoro finche’ si occupa di falsi maghi e alieni e’ molto bravo.
    Occuparsi di Kennedy, con la consulenza di Verdigiglio – un personaggio da operetta – e’ presuntuoso.
    I risultati si vedono.

    Milioni di persone convinte di un complotto per il film di Oliver Stone? Mah…

    Ovvio che questo commento non verra’ pubblicato, w la democrazia!

  4. salve mi kiamo joseph ho 22 anni….
    vorrei sapere delle informazioni….ho notato (facendo anke delle ricerche)ke ci sono delle discordanze e tra il libro scritto da j.garrison e cm ho “purtroppo”potuto constatare,cio che ho trovato su wikipedia.
    per esempio sul libro da me letto si legge che oswald quando entro al cinema pur avendo soldi e quindipagare prezzo pieno,pago meta il prezzo del biglietto ridotto,invece su wikipedia si legge che oswald entra al cinema di nascosto quando la cassiera era distratta!un altra discordanza e quella che dice che oswald cambio diverse volte posto all interno del cinema e all arrivo della polizia tento di puntare l arma…cosa che nel libro non viene menzionato….
    io non mi ritengo ne un esperto ne un “sapientone”ma non capisco come in un qualsiasi caso si possa organizzare un cosi grande complotto.
    tutte le osservazioni ke ho ho notato le ho prese anke guardando il film “sulle traccie degli assassini” dove ho notato molte ltre cose che non sto qui ad elencare…pero devo ammettere che e anche la teoria degli uomini sulla collinetta erbosa e un pochino strana…ce qualcosa che sia su tutte le cose che ho letto o visto non mi convince!le opinioni diverse possono anke creare confusione…
    dal libro e da diverse altre fonti che ho avuto modo di ricercare su internet e risultato anke che sulle mani di owald non vi erano tracce di polvere da sparo,(vaa finire che divento pazzo)…poche volte si fa menzione su internet sul fatto ke quando oswald sparo al poliziotto,dopo aver fatto “ucciso” kennedy,j.d tippit, un polizziotto va a marcare le propie iniziali sui bossoli,questi bossoli non vengono piu ritrovati…
    mentre scrivo sto ascoltando la sua intervista,molto interessante!
    rimanendo al fatto che ognuno di noi e libero di pensare cio che vuole,devo ammettere che su diverse cose mi trovo in disaccordo…
    cmq porgo i miei piu cordiale saluti e anke se gia passati porgo anke i miei piu cordiali auguri

  5. Interessante ma, per me, fuorviante.premetto di non avere letto il libro, e non sono un ricercatore.comunque, il film di O. Stone è, in pratica, un remake con attori professionisti di un famoso documentario:”i due Kennedy” di G. Bisiach del 1969 (se non erro).A parte questa mia precisazione, affermare che “non ci sono prove” non vuol dire affermare il contrario (non stiamo parlando di femonemi metafisici).soprattutto quando parliamo di quel momento storico.Da quello che possiamo sapere è che sicuramente, già dopo l’assassinio, la maggioranza del popolo americano era convinto di un complotto (vero o falso).comunque ci sono state tante di quelle casualità (per me il caso non esiste) che fanno veramente pensare (teoria della pallottola magica, Oswald in Russia eccetera).Quindi penso che, complotto o meno, la verità sarà lontana per molto tempo ancora.Per finire, se accettiamo le ultime parole di Ruby in punto di morte, perché non possiamo accettare quelle di Oswald (quasi in punto di morte dato che fu assassinato poco dopo):”Sono un caprio espiatorio” (sempre che sia “provato” che lo abbia detto, ovvio).

  6. Il CICAP sta lavorando con Diego Verdegiglio per rendere nuovamente disponibile il suo libro. Appena possibile vi segnalerò le novità qui sul blog.

    msm

  7. Ciao… sono molto incuriosito dal libro del Prof.Verdegiglio, qualcuno saprebbe indicarmi se è ancora disponibile e, se si, come fare per averlo?
    Grazie mille!

    PS i complimenti sarebbero scontati… ma te li faccio lo stesso! GRANDE!

  8. Capita proprio a fagiolo. Oggi ho iniziato a leggere il capitolo su JFK del tuo libro “I grandi gialli della storia”. Complimenti.

Lascia un commento

*