Il mentalismo: dall’età della pietra a quella dell’anima

Da un anno, Mariano Tomatis “vive” nel Settecento. Vuole sapere come ci si stupiva a quell’epoca e così divora libri, quotidiani, bollettini e ogni pagina d’epoca su cui riesce a mettere gli occhi.

mesmer

Il risultato è che ha riscoperto le origini di quell’arte antica che chiamiamo “mentalismo”, vale a dire la capacità di simulare facoltà superiori al normale. Il risultato è Mesmer

Si tratta di un lavoro straordinario, un libro che si compone di tre parti: una di tecniche, descritte nel Settecento, ma tutt’ora in uso; una di storia, in cui si scopre tra colpi di scena e sorprese come “nasce” il mentalismo moderno; una terza in cui si scopre come il Settecento sia tutt’ora vivo e vegeto: da Michael Jackson che “copia” Giuseppe Pinetti a Dynamo che camminando sul Tamigi ripete lo stunt del 1783 del misterioso Monsieur D***.

Non è però un libro che si potrà acquistare in libreria. Mariano è consapevole di rivolgersi a un pubblico che non è di massa e, benché Mesmer sia pensato come il primo volume di una serie, chiarisce che «il lavoro avrà un seguito solo se il primo volume troverà sostenitori e acquirenti consapevoli della sua natura».

Non è infatti un libro per tutti e soprattutto non è “for dummies”. Come dice Mariano «il mentalismo contemporaneo conta già una folta schiera di pessimi praticanti e non c’è alcun bisogno di allargarne il bacino a un’ulteriore platea di “negati”. Per farsi un’idea della sua complessità è già scaricabile un’anteprima delle sue prime pagineMesmer è un libro impegnativo, che premia lo sforzo di lettrici e lettori conducendoli a scoprire decine di effetti di mentalismo, ognuno descritto nei dettagli e collocato nella cornice in cui nacque e si sviluppò – fino a entrare nel repertorio professionale di molti artisti contemporanei».

Chi riesce a cogliere il valore di un lavoro straordinario come quello di Mariano, può fare in modo che diventi realtà partecipando alla campagna di crowdfunding:

VAI AL CROWDFUNDING DI MARIANO

Se verrà stampato si potrà scegliere tra un’edizione base, una deluxe (limitata a 80 pezzi) e una gold (limitata a 20 pezzi), le ultime due comprensive di cinque gimmick per eseguire altrettanti effetti descritti nel libro e la gold personalizzata in modo speciale.

Sono sicuro che Mariano troverà tutti i sostenitori che gli servono: l’idea è troppo bella e la meticolosità e la passione di Mariano così note da assicurare chiunque sulla straordinaria qualità del progetto.

Io l’occasione non me la perdo. E voi?


Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla mia newsletter per non perdere i prossimi e restare aggiornato. Riceverai ebook e video esclusivi e gratuiti.


Massimo Polidoro

Scrittore, giornalista e Segretario del CICAP, è stato docente di Metodo scientifico e Psicologia dell’insolito all’Università di Milano-Bicocca. Allievo di James Randi, è Fellow del Center for Skeptical Inquiry (CSI) e autore di oltre 40 libri e centinaia di articoli pubblicati su Focus e altre testate. Rivelazioni e Il tesoro di Leonardo sono i suoi libri più recenti. Il passato è una bestia feroce è il primo thriller di una nuova serie: il secondo si intitola Non guardare nell’abisso e arriva il 21 giugno 2016. Segui Massimo anche su FacebookTwitter, PeriscopeInstagram, Pinterest, Telegram e la sua newsletter (che dà diritto a omaggi ed esclusive). Per invitarmi a tenere una conferenza scrivete qui.



Lascia un commento

*