Milano: cerco nuovi luoghi insoliti e segreti

Come alcuni sapranno, un mio libro è dedicato alla Milano insolita e segreta.

milano insolita e segreta

Per la terza edizione, vorrei trovare nuovi luoghi affascinanti e poco conosciuti della città. Mi aiutate?

Nei giorni scorsi La Repubblica.it ha dedicato una galleria ad alcuni dei luoghi di cui parlo nel libro:

GUARDA MILANO INSOLITA E SEGRETA

Milano insolita e segreta, che ho scritto per l’editore francese Jonglez, e che è disponibile anche in inglese, francese e spagnolo, sarà presto aggiornata.

Sto raccogliendo e cercando nuovi luoghi da inserire e, se vi va di darmi una mano, le regole da rispettare sono due:

  1. deve esserci qualcosa che si può vedere (niente storie e aneddoti su luoghi o oggetti che non esistono più, dunque, a meno che “qualcosa” di essi non sopravviva);
  2. ogni luogo inserito deve essere aperto al pubblico, almeno una volta l’anno.

Se conoscete già la guida, potete quindi aiutarmi a trovare nuovi luoghi da aggiungere nella terza edizione.

Se ancora non l’avete letta, ma Milano la conoscete bene, trovate qui la guida:

SCOPRI “MILANO INSOLITA E SEGRETA”

Aspetto le vostre segnalazioni. Grazie!


Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla mia newsletter per non perdere i prossimi e restare aggiornato. Riceverai ebook e video esclusivi e gratuiti.


Massimo Polidoro

Scrittore, giornalista e Segretario del CICAP, è stato docente di Metodo scientifico e Psicologia dell’insolito all’Università di Milano-Bicocca. Allievo di James Randi, è Fellow del Center for Skeptical Inquiry (CSI) e autore di oltre 40 libri e centinaia di articoli pubblicati su Focus e altre testate. Rivelazioni e Il tesoro di Leonardo sono i suoi libri più recenti, insieme ai thriller Il passato è una bestia feroce Non guardare nell’abisso. Segui Massimo anche su FacebookTwitter, PeriscopeInstagram, Pinterest, Telegram e la sua newsletter (che dà diritto a omaggi ed esclusive). Per invitarmi a tenere una conferenza scrivete qui.




2 Comments

  1. Ciao, potrebbe interessarti la chiesa di San Mamete alla Bovisasca risale all’anno 1000.
    C’e’ un gruppo di persone che si occupa della manutenzione ed organizzano delle domeniche di festa per raccogliere fondi.

    1. Molto interessante, grazie!

Lascia un commento

*