Categorie
Blog Misteri?

Catturato uno yeti? Sembra proprio di no…

Catturato uno Yeti in Inguscezia?

E’ stata subito ripresa anche da noi la notizia secondo cui uno Yeti sarebbe stato catturato in Inguscezia. A diramarla, in apparenza, addirittura il Ministro del Lavoro della repubblica autonoma della Federazione russa. Qui ne parla oggi il Corriere della Sera, pur mantenendo un sano atteggiamento scettico. Il filmato che mostrerebbe un cacciatore che allontana uno Yeti è piuttosto ridicolo, così come ancora più improbabile appare questo filmato dalla TV russa che mostrerebbe lo Yeti in gabbia:

Per cercare di saperne di più ho immediatamente chiesto informazioni all’amico Lorenzo Rossi, che gestisce l’ottimo sito Criptozoo.com, un tentativo serio e scientifico di esaminare e affrontare il tema affascinante, ma spesso controverso, della criptozoologia. Immediatamente, Lorenzo ha contattato un suo collega, Sandro d’Alessandro, che gli ha girato la traduzione di quanto diffuso da un periodico russo:

«Nel Border il Servizio FSB ha smentito le notizie della cattura in Inguscezia di una creatura simile al Bigfoot. “Non so cosa dire su queste informazioni, basta …”, ha detto RIA Novosti con il loro rappresentante d’ufficio. Alla sera del 28 dicembre le agenzie di stampa hanno diffuso informazioni sulla cattura, sul confine nel Caucaso del Nord, di una creatura misteriosa. Secondo il Ministro del Lavoro e Sviluppo Sociale Bagaudin Marshani Inguscezia, i soldati si trovavano durante l’operazione nella zona montana e forestale Dzheyrahskogo; lo hanno portato allo zoo in un villaggio vacanze le guardie Surkhakhi del distretto di Nazran in Inguscezia. Il ministro ha descritto l’essere catturato nel modo seguente: sembra un gorilla, due metri di altezza, di colore scuro, probabilmente una femmina. Bagaudin ha aggiunto che l’animale cammina su due gambe, ringhia ed emette suoni incomprensibili.” Secondo lui, la repubblica deve far venire specialisti da Mosca per compiere le essenzali della ricerche.

«La guardia di frontiera, invece, ha dichiarato che nei giorni scorsi non ha effettuato alcuna operazione nella zona di Dzheyrahskom. “Forse qualcuno prima del tempo ha cominciato a festeggiare il nuovo anno” – ha suggerito l’agenzia. Hanno osservato che le forze di sicurezza hanno tentato di contattare il ministro dell’Inguscezia che ha riportato la cattura di Bigfoot, ma il suotelefono non risponde. Il servizio stampa del servizio nazionale di frontiera FSB ha emanato un messaggio ufficiale, in cui si afferma che la notizia della cattura del Bigfoot “è stata diramata senza verifica di questi fatti via “Interfax”».

Che cosa concluderne? Forse che la notizia della cattura di uno Yeti è come minimo prematura. Le immagini dei filmati più che un primate o una misteriosa creatura umanoide fanno pensare a un tizio abbigliato in una tuta da scimmione. Il fatto poi che le riprese siano realizzate solo da lontano e l’ “animale” non sia mai ripreso da vicino, nemmeno dopo che è stato chiuso in gabbia, sembrano confermare l’ipotesi di una bufala o di uno scherzo di fine anno. Se davvero quello fosse uno Yeti, si tratterebbe di una notizia sensazionale e una ripresa ravvicinata del suo volto sarebbe la prima cosa che un giornalista vorrebbe ottenere: segno dunque che forse anche chi ha realizzato l’intervista con il personaggio qui sopra è complice dello scherzo.

Aspettiamo i prossimi giorni per conoscere la verità.

Aggiornamento del 29 dicembre: Lo Yeti era un “trucco” per raccogliere fondi!

Come previsto, non si trattava di un vero Yeti ma di uno scherzo. Pare fosse uno scherzo a fin di bene, una bugia per raccogliere fondi per gli orfani e i bambini meno fortunati. «Era un evento promozionale – afferma Bagaudin Marshani, un esponente politico della repubblica autonoma russa dell’Inguscezia – Uno scherzo di fine anno per dare risalto alle condizioni degli orfani e dei bambini che provengono da famiglie ‘anomale’ o a basso reddito». L’ennesima conferma, insomma, che quando la notizia sembra troppo bella per essere vera è praticamente certo che non è vera. Qui qualche dettaglio in più dal sito di Repubblica.

Una risposta su “Catturato uno yeti? Sembra proprio di no…”

Salve, Scrivo qui perche nn ho visto, essendo dal cellulare, dove sia possibile fare delle domande. Dunque ho un dubbio e voglio esprimerlo perche per me e un enigma..nn credo sia una coincidenza se sono almeno 2 anni che mi capita di conoscere decine di orfani..in questi anni mi e capitato di conoscerne almeno una trentina e trattasi di orfani di un’eta intorno ai trenta. Vorrei sapere se sono solo sfigata o ce una spiegazione e se ce questi cosa vogliono da me. Ps mi e capitata un esperienza particolare relativa ai morti da pikkola ed un altra successiva e vorrei sapere se centra qualcosa. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*