Categorie
Blog Misteri?

Il misterioso “Gollum” cinese e la prima regola di Sherlock Holmes nell’indagine dei misteri

Le immagini della misteriosa creatura fotografata da un turista a Beijing sono sorprendenti e, a prima vista, non sembrano taroccate.

Ma il “mostro” che è ritratto nella sequenza, non è in realtà una sorta di “Gollum” uscito dal Signore degli anelli e non si tratta nemmeno di una bufala elaborata ad arte. La verità è ben più prosaica…

L’individuo dalle grosse orecchie e con il gonnellino di foglie è in realtà un attore in costume: «Ero con degli amici sulle montagne a fare delle riprese, quando mi sono allontanato per fare… i miei bisogni. All’improvviso ho visto un tizio che mi faceva delle foto e sono scappato!»

Prima di scoprire che il “mostro” era in realtà un attore, le fotografie hanno fatto il giro della Cina e da molti sono state prese per autentiche. Le riprese in questione erano per il trailer di un videogioco, Guild Wars 2, e qui sotto è possibile vedere l’attore che si prepara per le riprese… prima che la natura chiamasse. Sono stati gli autori del trailer, vedendo le foto pubblicate sui giornali, a riconoscere il proprio attore e a sgonfiare la notizia.

Che cosa fare, dunque, la prossima volta che giornali o TV strombazzano la fotografia o il filmato di qualche misteriosa creatura, di un oggetto volante insolito o di quello che sembra un alieno? La prima regola è quella di non saltare subito alle conclusioni: è sbagliato tanto prendere una simile foto per autentica, solo perché lo sembra, quanto gridare alla “truffa”. La verità può benissimo trovarsi nel mezzo, come in questo caso: non era un vero “ominide” misterioso, ma non era nemmeno uno scherzo o, peggio, una frode architettata per ingannare qualcuno.

"Indagare misteri con la lente della scienza" è la Guida pratica per l'esplorazione dell'insolito che Massimo Polidoro regala a chi si iscrive alla sua newsletter

Quindi, se in casi simili qualcuno vi chiede un parere, la cosa migliore da fare è quella di sospendere il giudizio. Non dicendo: “Chissà, forse è stata davvero scoperta una nuova specie umana”. Ma, piuttosto: “E’ una foto certamente singolare, ma potrebbero esserci tante spiegazioni, dallo scherzo alla malformazione fisica. Occorre avere più elementi prima di dare un giudizio”. Poi, se è possibile andare a fondo, conducendo una verifica sul posto o esaminando gli originali delle fotografie, per esempio, si potrebbero ottenere informazioni utili. Altrimenti, se nulla di questo è possibile il giudizio resta sospeso finché non emergeranno nuove informazioni. Oppure, nel caso in cui fosse chiaramente impedito esaminare le foto originali o non fosse specificato il luogo degli scatti, il sospetto che ci sia qualcosa di poco pulito può farsi più solido.

L’errore di tanti investigatori di misteri improvvisati è quello di sentirsi in obbligo di dare una risposta definitiva: chi crede si sbilancia ipotizzando la specie aliena, chi non crede trova subito una spiegazione alternativa. Sbagliano entrambi. Come diceva Sherlock Holmes: «È un errore enorme costruire teorie prima di avere in mano tutti gli elementi. Senza accorgersene, si cominciano a deformare i fatti per adattarli alle teorie, anziché il viceversa». E, di tanto in tanto, bisogna anche accettare il fatto che tali elementi non si avranno mai e sarà quindi impossibile giungere a una conclusione.

Per scoprire come comportarsi di fronte a notizie incredibili e presunti misteri, vi segnalo Indagare misteri con la lente della scienza, la mia nuova Guida pratica per l’indagine dell’insolito, dove trovate questi e molti altri consigli, e che potete scaricare gratuitamente quando vi iscrivete alla mia nuova newsletter. Per ricevere Indagare misteri, oltre a un altro mio ebook gratuito, I sentieri dell’insolito, dovete semplicemente cliccare qui.

E voi, avete un caso o un mistero che vi incuriosisce o per il quale non trovate risposta? Segnalatemelo, ne parleremo su queste pagine.


Massimo Polidoro

Scrittore, giornalista e Segretario nazionale del CICAP, è stato docente di Metodo scientifico e Psicologia dell’insolito all’Università di Milano-Bicocca. Allievo di James Randi, è Fellow del Center for Skeptical Inquiry (CSI) e autore di oltre 40 libri e centinaia di articoli pubblicati su Focus e numerose altre testate. Rivelazioni. Il libro dei segreti e dei complotti è il suo libro più recente. Si può seguire Massimo Polidoro anche su Face-bookTwitterGoogle+ e attraverso la sua newsletter (che vi da diritto a 2 ebook omaggio).


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*