Categorie
Blog Misteri?

Il peggiore disastro aereo previsto in un sogno?

Perché quando si legge una notizia straordinaria non bisogna mai escludere la possibilità dell’inganno o dello scherzo?

Tenerife 1977 - plane crash disaster

Ecco un caso che dovrebbe fare riflettere sull’attendibilità dei media nel riportare correttamente le notizie riguardanti il paranormale…

Nel 1977 fece un enorme clamore la notizia secondo cui un certo Lee Fried di Durham, nella Carolina del Nord, aveva previsto con precisione la collisione di due Boeing 747 nelle Canarie. Fu uno dei più grandi disastri aerei nella storia dell’aviazione, tutt’ora quello con più vittime: vi persero la vita 583 persone.

Nei giorni seguenti al disastro, però, i giornali sembrarono quasi più interessati alla notizia secondo cui Fried aveva previsto l’evento una settimana prima in un sogno. Egli aveva infatti sigillato la sua previsione in una busta chiusa e l’aveva consegnata al rettore dell’università, che l’aveva tenuta in cassaforte, aprendola poi davanti alle telecamere.

Piero Angela, che in quel periodo si trovava proprio negli Stati Uniti, dove stava conducendo la sua famosa inchiesta sulla parapsicologia (1978), prese contatto con Lee Fried e scoprì che si trattava di un giovanotto di 18 anni che si dilettava di giochi di prestigio.

Il fatto più importante, però, è che anche la previsione era stata solamente un gioco di prestigio, realizzata con un trucco, ma nessun giornale lo aveva detto.

Ecco cosa disse Fried ad Angela:

  • – Allora Lee, è stato tutto uno scherzo?
  • – L’ho fatto per divertirmi.
  • – E non c’è niente di paranormale in tutto questo?
  • – Non ho mai detto di essere un medium, l’ho precisato in tutte le interviste.
  • – Ma se lei avesse detto che era un medium, le avrebbero creduto?
  • – Sì. Molta gente, anche intelligente, crede nella percezione extrasensoriale, e mi avrebbero creduto.
  • – Lei lo ha fatto per dimostrare come è facile prendere in giro il prossimo?
  • – Sì.
  • – Ma lei sa che questo fatto è stato presentato come qualcosa di prodigioso, in tutto il mondo?
  • – Sì. Però io ho sempre precisato di non essere un veggente. Del resto ho spiegato che l’esperimento era dedicato al celebre prestigiatore Houdini!

Dovrebbe fare riflettere il fatto che nessuno dei giornali che aveva parlato del caso aveva riportato la smentita, in cui si diceva che Fried era un prestigiatore e che non aveva poteri paranormali, diffusa dall’Associated Press subito dopo l’invio della notizia della “previsione”.

Significativo anche il fatto, che Piero spesso racconta nelle sue conferenze, di come tempo dopo, nel 1981, Fried comparve in un programma francese su Antenne2 sostenendo di essere realmente un sensitivo e di avere davvero previsto il disastro grazie a un sogno premonitore. Evidentemente, aveva capito che raccontando fandonie aveva tutto da guadagnare.

Qui sotto un estratto di quel programma, dove Fried è presentato proprio come un autentico sensitivo:

Lee Fried - premonition Tenerife 1977 plane crash

Da segnalare anche che Piero, che si trovava a Parigi e vide in diretta il programma, telefonò immediatamente alla redazione: conosceva il conduttore e voleva avvisarlo della bufala che il giovanotto gli stava rifilando. Dalla redazione gli promisero che avrebbero avvertito il presentatore, ma il programma andò avanti e non successe nulla.

Tempo dopo, quando Piero incontrò il presentatore, gli raccontò questa storia e quello cadde dalle nuvole: nessuno gli aveva mai detto niente.

Allora come oggi, giornali e TV ritengono che ai lettori piaccia leggere di “poteri misteriosi e inspiegabili”, e che non sarebbe divertente smentire questo tipo di notizie. Forse non sarebbe divertente, ma sicuramente sarebbe responsabile.


Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla mia newsletter per non perdere i prossimi e restare aggiornato. Riceverai ebook e video esclusivi e gratuiti.


Massimo Polidoro

Scrittore, giornalista e Segretario del CICAP, è stato docente di Metodo scientifico e Psicologia dell’insolito all’Università di Milano-Bicocca. Allievo di James Randi, è Fellow del Center for Skeptical Inquiry (CSI) e autore di oltre 40 libri e centinaia di articoli pubblicati su Focus e altre testate. Rivelazioni e Il tesoro di Leonardo sono i suoi libri più recenti, mentre Il passato è una bestia feroce è il primo thriller di una nuova serie. Si può seguire Massimo Polidoro anche su FacebookTwitter, PeriscopeGoogle+, Instagram e attraverso la sua newsletter (che dà diritto a omaggi ed esclusive).


6 risposte su “Il peggiore disastro aereo previsto in un sogno?”

A questo punto Ti chiedo volentieri scusa, Massimo, perché il link sopra la fotografia, che non ero riuscito ad aprire fino ad ora, mi si è aperto, quindi ho la conferma che Stanley Lee Fried esiste e si è presentato ad una trasmissione TV Francese nel lontano 1981, 4 anni dopo i fatti. Il video è disponibile in una demo di 9 minuti scarsi, se lo voglio vedere intero devo pagar 3 Euri e sono tirchio di natura. Mi basta. A ‘ sto punto mi piacerebbe chiedere a Fritto come mai ha avuto un episodio così eclatante una sola volta nella sua vita; come mai, anziché lanciare un allarme per salvare qualche vita, ha dato una lettera chiusa al Direttore della sua Università per far bella figura. Hai la sua mail?

Grazie della risposta, Massimo. Me la linki l’ intervista, per favore, sai non la trovo. Di che cosa vi accuso? Di nulla, finché non ho prove. Ma Tu, di solito, di link ne metti nei Tuoi articoli. Questo, senza alcun link, mi ha sinceramente sorpreso, per questo vorrei vedere se questo Fried esiste e lotta insieme a noi.

Certi modi di giudicare, manuel, mi sembrano indegni di uno che crede di essere razionale. Mandami comunque qualche link. Massimo: scusa se mi interessa approfondire, ma se, invertendo le parti, io raccontassi di un certo Lee “Fritto” dicendo che portò le prove anche a me, oltre che al notaio, e che quell’ intervista alla TV Francese gliela concessero grazie a me, e condissi l’ articolo con la foto di una persona, senza un filmato intero della trasmissione, Tu mi crederesti? manuel no di sicuro. Ma non vedo perché pretendiate certe prove solo dai Vostri avversari mentre Voi ve ne esentate da soli.

Scusa Aldo, ma mi sfugge qualche passaggio nel tuo ragionamento. Piero Angela ha realizzato un’intervista in cui Lee Fried spiega di essere un prestigiatore e che la profezia era un gioco di prestigio. L’intervista è andata in onda sulla Rai. Abbiamo la registrazione e si trova anche in rete. Di che cosa ci accusi, di preciso?

Aldo Grano di materiale su Lee Fried sul web ce n’è,logicamente se speri di trovare qualcosa in italiano c’è ben poco,cque ha fatto qualche programma in radio,logicamente programmi sul paranormale,e anche all’estero ne parlano perlopiù siti o media che fanno del paranormale il loro core business…lui da tempo ha capito che è un argomento che può fruttare e cavalca la stupidità della gente da quando si è”convertito”a veggente professionista.Fortunatamente è sconosciuto in Italia e speriamo resti nell’oblio e che nessun tipo di media ne parli mai perchè in Italia oltre agli italiani ci sono molti italioti,e il fatto che uno sia un idiota non comporta necessariamente che qualcun altro ne approfitti.

Certo che la presenza di Piero Angela acconto a Lee, non proprio sotto casa sua, in entrambe le circostanze, è una coincidenza al limite della paranormalità. A proposito, sul web non trovo niente di lui che non sia collegato al CICAP. Tanto famoso non lo è diventato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*