La truffa dei guaritori filippini che costò la vita (anche) a Peter Sellers

Silvan fu il primo a smascherarli in TV, poi tanti altri lo imitarono. Io imparai a “operare a mani nude” da Randi.

Angela, Polidoro e i guaritori1

In questa foto di metà anni ’90 eseguo in pubblico l’operazione dei “guaritori filippini” con un assistente d’eccezione: Piero Angela

Riprendiamo la tradizione del giovedì, giornata di “ritorno al passato”, o come si dice #throwbackthursday, in breve #tbt.

L’episodio che qui ricordo riguarda proprio la truffa dei guaritori filippini. Sono coloro che sostengono di poter penetrare il corpo dei malati a mani nude, grazie all’intervento divino, e di potere in tal modo estrarre tumori, calcoli e curare altre malattie. Al termine dell’operazione, la pelle del malato appare intatta come lo era in partenza. Una magia? Non proprio.

L’esame attento dei filmati che riprendono i guaritori filippini all’opera dimostrò, già a metà degli anni ’70, quando il fenomeno esplose, che essi si servono di semplici artifici per compiere i loro presunti miracoli.

Nascondono in mano, o sotto un asciugamano, sacchetti contenenti interiora e sangue di animali che poi, con semplici manipolazioni, fingono di estrarre dal corpo del paziente.

Il malato, che si ritiene guarito, solitamente abbandona ogni altra cura e spesso le sue condizioni peggiorano, conducendolo non di rado alla morte. Due celebri personaggi che preferirono affidarsi i guaritori filippini, invece di sottoporsi a normali interventi chirurgi, furono l’attore Peter Sellers e il comico Andy Kaufman, entrambi morti prematuramente.

Prove dettagliate di tali frodi iniziarono a emergere negli anni ’70 nel corso di un processo condotto dall’americana Federal Trade Commission, dove si scoprì il ruolo svolto dalle agenzie di viaggi che magnificavano presso i malati i poteri dei guaritori, in modo da favorire il turismo verso le Filippine.

Tuttavia, il fenomeno è tutt’altro che scomparso. Ancora oggi i guaritori filippini operano (quasi) indisturbati, come Alex Orbito che però, quando venne in Italia, finì in carcere per truffa.

E voi siete al corrente di altri episodi simili, truffe messe in atto nella vostra zona da sedicenti guaritori? Segnalatele qui.


Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla mia newsletter per non perdere i prossimi e restare aggiornato. Riceverai ebook e video esclusivi e gratuiti.


Massimo Polidoro

Scrittore, giornalista e Segretario del CICAP, è stato docente di Metodo scientifico e Psicologia dell’insolito all’Università di Milano-Bicocca. Allievo di James Randi, è Fellow del Center for Skeptical Inquiry (CSI) e autore di oltre 40 libri e centinaia di articoli pubblicati su Focus e altre testate. Rivelazioni e Il tesoro di Leonardo sono i suoi libri più recenti, mentre Il passato è una bestia feroce è il primo thriller di una nuova serie. Si può seguire Massimo Polidoro anche su FacebookTwitter, PeriscopeGoogle+, Instagram e attraverso la sua newsletter (che dà diritto a omaggi ed esclusive).




3 Comments

  1. Il fatto che i cinesi sappiano riprodurre le borse di Prada non significa che Prada non faccia davvero le borse.

    Parlate sempre e solo per sostenerre i “vostri interessi” e mai una volta andate di persona a sperimentare cosa succede realmente (perchè non vi interessa farlo ovvio..i vostri interessi sono ben altri)
    Quest’anno sono andato nelle filippine e li ho incontrati..e ho vissuto in prima persona la mia vera esperienza.

    Ricordatevi che se siete in mala fede risponderete prima o poi a qualcosa di più grande, se non lo siete vi invito ad aprire la vostra intelligenza e a fare esperienza diretta. (personalmente credo siate in mala fede)

    bye bye

    1. Sta scherzando, vero? Noi non abbiamo proprio nessun interesse. Ma lei ha idee di quante indagini e verifiche abbiamo fatto sia noi che i nostri colleghi americani? Di quanti processi per frode abbiano colpiti i guaritori filippini? Provi a informarsi, prima di lanciare accuse a vanvera. Se lei pensa che esista anche UN SOLO guaritore capace di fare per davvero ciò che afferma ci sono centinaia di migliaia di dollari in palio: potranno essere tutti donati in beneficienza. Che ne dice?

  2. e decisamente importante conoscere l’evolversi di questi eventi, per diffondere l’opera truffaldina di queste ignobili comportamenti, una volta compreso che si tratta di una truffa si evita di cadere nella trappola.

Lascia un commento

*