Quelle foto “inspiegabili”… già spiegate mille volte

Periodicamente, quando si tratta di riempire spazi, i giornali riprendono presunti misteri “senza accorgersi” che sono già stati spiegati.

foto mysteriose

Un esempio classico è quello di Repubblica.it che, periodicamente, riprende un certo numero di foto, ampiamente smontate in passato, spacciandole per “inspiegabili”. Ma perché lo fanno?

The Cooper Family Falling Body

Secondo la leggenda il “corpo” penzolante sarebbe apparso nella foto dopo lo sviluppo. La realtà è un’altra…

I classici sono sempre quelli. Vediamoli:

  • L’uomo “spaziale” di Solway Firth che fa capolino dalle spalle di una bimba su un prato. La spiegazione è qui.
  • L’uomo che viene dal futuro con occhiali e macchina fotografica. Spiegazione qui.
  • Il fantasma sulle scale della Queen House. Spiegato qui.
  • La Babushka Lady dell’assassinio Kennedy. Qui la spiegazione.
  • La donna che telefona al “cellulare” in un film di Charlie Chaplin. Spiegato qui.
  • Il corpo appeso per i piedi nella foto della famiglia Cooper. Spiegazione qui.

E così via…

Il problema è che anche chi posta queste foto su Repubblica.it o su altri quotidiani sa benissimo che si tratta di bufale. Perché lo fa allora? Perché alla gente piace condividere queste immagini curiose, le manda agli amici e questi cliccano sul link.

Così, le pagine con le gallerie fotografiche, che sono immediate, non richiedono di leggere nulla se non si vuole, raccolgono sempre grandi quantità di visite.

E a che cosa servono queste visite? Semplice: ad aumentare i click e le visualizzazioni delle pubblicità che le circondano.

Repubblica.it

Fateci caso, tutte queste gallerie sono sempre circondate da pubblicità. Alla fine, la soluzione del mistero è sempre la stessa: follow the money! 

Peccato solo che così facendo si alimentano bufale, superficialità e una visione distorta e irrazionale del mondo. Non proprio il compito che chi si occupa di giornalismo dovrebbe prefiggersi.


Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla mia newsletter per non perdere i prossimi e restare aggiornato. Riceverai ebook e video esclusivi e gratuiti.


Massimo Polidoro

Scrittore, giornalista e Segretario del CICAP, è stato docente di Metodo scientifico e Psicologia dell’insolito all’Università di Milano-Bicocca. Allievo di James Randi, è Fellow del Center for Skeptical Inquiry (CSI) e autore di oltre 40 libri e centinaia di articoli pubblicati su Focus e altre testate. Rivelazioni e Il tesoro di Leonardo sono i suoi libri più recenti, mentre Il passato è una bestia feroce è il primo thriller di una nuova serie. Si può seguire Massimo Polidoro anche su FacebookTwitter, PeriscopeGoogle+, Instagram e attraverso la sua newsletter (che dà diritto a omaggi ed esclusive).




8 Comments

  1. Cosa non si fa per soldi!

  2. buonasera, vado fuori argomento per chiederti se hai avuto tempo e modo di documentarti e farti un opinione sulla fusione fredda e sull’E-cat del sig. Rossi

    1. Buongiorno Renato, dell’E-cat come CICAP ci siamo occupati più volte, puoi leggere qui quello che ne pensiamo: http://www.queryonline.it/?s=e-cat

      1. ti ringrazio molto ,ciao

  3. Grazie per gli interessantissimi post, sempre ricchi di spunti, e tanti auguri di buone feste!

    1. Grazie a te Pietro e auguroni!

  4. Caro Massimo (se posso permettermi il tu…), è per lo stesso motivo che hai raccolto quelle immagini in questa rassegna e ne hai fatto un post? 😉

    Ciao!

    Adriano

    1. Caro Adriano (certo che puoi permetterti il “tu” :-) Se fosse come dici tu, dovrei ospitare della pubblicità sulle mie pagine, invece non è così. Che ci siano tanti o pochi click sul mio sito non cambia proprio nulla. Qui sta la differenza. Auguri!

Lascia un commento

*