Categorie
Blog Psicologia dell'insolito

L’intruso della Tasmania

Veruska Pasquali mi scrive: «Volevo proporre alla sua attenzione una foto scattata da me in Tasmania, nel sito storico di Port Arthur, alla fine dello scorso Aprile. Buffo è il fatto che proprio in quel punto la guida parlò di strani bagliori volanti,attribuiti alla presenza delle anime dei detenuti inglesi che lì trovarono la morte. Durante la gita al sito storico non ho assolutamente visto nulla di strano,ma una volta tornata a casa la sorpresa sulla foto mi ha lasciato di stucco! Lei cosa ne pensa? Gioco di luce? Effetto del flash o fantasmino in cerca di notorietà?»

Cara Veruska, a me sembra un classico effetto che si produce fotografando di notte una fonte di luce mossa (può essere il visore della macchina fotografica di un vicino, il telefonino di un turista, un’insegna luminosa in lontananza…). Che ne pensano gli esperti di fotografia in linea?

Aggiunta del 15.6.09:

Allego qui le immagini di cui parla Yuri’70 nei commenti sotto:

0 risposte su “L’intruso della Tasmania”

@Giangi

non ho capito se “una possibile risposta”

riferito alle sfere volanti messicane

“spiegate” dal filmato dei fuochi d’artificio dall’aereo

era seria o comica:

nel preoccupante caso che fosse una risposta seria,

Giangi ti chiedo:

che attinenze noti tra sfere / fuochi in aria

per

– forma

– movimento

spero che il paragone sia uno scherzo..

sennò mi metto anch’io a spiegare i misteri così (esempio):

fuochi di hessdalen = fiammate delle grigliate delle feste in collina.

ufo = palloncini scappati in aria (della grigliata sulla collina)

perchè i conti in fondo devono sempre tornare..

mah..

@Veruska

che dire..

visto che hai spedito a Massimo copia della foto originale,

effettivamente dal link postato da “anonym” sembra che lo sia..

attendo però l’analisi dei dati exif di qualcuno più esperto di me.

a presto..

Ciao Yuki’70,

ora tenterò di rispondere alle tue perplessità:

1) ho risposto con ritardo in quanto non uso sempre il pc, e soprattutto non sono una frequentatrice del sito; mi sono rivolta al Signor Polidoro perchè lo avevo conosciuto in tv, e non su internet.

2) la foto originale è quella che ho inviato al Signor Polidoro ( l’ho inserita come semplice allegato nell’email che gli ho inviato), ed ho tentato ora di inserirla in questo commento, ma non riesco a postarla

3) la foto non è stata minimamente ritoccata, come l’ho scattata l’ho tenuta, è solo una foto delle vacanze, e ribadisco che non avrei alcun motivo di ritoccarla, soprattutto perchè considerandola particolare non mi permetterei di inquinarla

4) la sera in cui scattai quella foto non ero sola, nel tour con me c’erano circa 20 persone, vuoi che nessuno abbia fatto una foto come la mia, con la mia stessa inclinazione e dal mio stesso punto? Se si considera che quel posto è molto visitato ci saranno 10000 foto come la mia sparse per il mondo, e quindi anche i webmaster del sito ufficiale di Porth Arthur avranno capito che quell’angolazione giovava alla chiesa.Sarebbe come dire che è impossibile che qualche turista riesca a fotografare la Cappella Sistina come la si trova sul sito del Vaticano.Perchè non potrebbe succedere? La cosa da fotografare è una, e non ci vuole tanto a capire qual’è l’angolazione migliore.

Spero di esserti stata d’aiuto, in caso contrario ti risponderò ancora.

o Veruska..bentornata!

purtroppo la tua risposta arriva così tardi che credo quasi nessuno si è accorto(credo)..io per caso mentre giracchiavo per i blog di Massimo..

(!)Devo segnalare a Massimo che i blog passati in secondo piano, sono difficilmente rintracciabili,anche xchè sono indentificati come “News precedenti 2006” .. sembrano solo quelli del 2006!

credo sarebbe più intuitivo

“Blog/News archiviati (2009-2006)” oppure “Blog/News meno recenti (2009-2006)”..

Prendendo per buona la tua “buona-fede” ti faccio notare che ci sono tantissime persone che dedicano tempo ai cosiddetti “fake” o falsi..basta girare per youtube per farsi un idea.

Ho controllato per i tour notturni nella zona in questione..effettivamente lì esistono specifici tour guidati dedicati proprio alla ricerca dei fantasmi (stile X-Files travel agency!!)

Non credevo si arrivasse a tanto!

Ritengo comunque che per il fotoritocco ci si può affidare anche ad amici, senza essere necessariamente esperti..

comunque un minimo ritocco/lavoro digitale è stato fatto perchè:

-confrontando le tue due foto, l’originale(se esiste) della chiesa è senz’altro di qualità più definita, perchè il dettaglio del “fantasmino” è molto alto, pur essendo scattata di notte, mentre lo stesso dettaglio nella foto grande è bassissimo (tipo salvataggio abbassando la qualità).

– è stato comunque ritagliato e salvato un dettaglio..

mi rimangono però altre perplessità:

– perchè non hai postato sul blog (o inviato a Massimo) l’originale della tua foto per consentire l’esame dei metadati originali?

– la prospettiva della chiesa è praticamente la stessa della foto del web, nonostante l’ampio spazio vicino alla panchina rende molto improbabile azzeccare la stessa posizione,azzeccando:

Posizione orizzontale+ verticale+distanza

praticamente se la tua foto fosse vera,ci sarebbe un mistero nel mistero.

– onestamente cambia la posizione di alcuni cespugli/rami, ma con la bassa qualità della foto che hai postato è difficile fare buoni confronti.

(sarebbero comunque dettagli facilmente ritoccabili)

– (non importante, ma comunque strano) perchè hai aspettato tanto a replicare ai ns commenti?!

A dimostrazione che non voglio avere ragione a tutti i costi, spero non risponderai ancora tra molte settimane, inviandoci la foto originale!

saluti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*