Quando lo scienziato si lascia buggerare… il prestigiatore lo soccorre

L’astronomo francese Camille Flammarion diceva: «Gli scienziati sono forse le persone più facilmente ingannabili, perché le osservazioni scientifiche sono sempre oneste, perché con la natura – si tratti di un astro o di una molecola – non c’è da stare in guardia, e perché gli scienziati sono abituati a constatare semplicemente i fatti che si […]

Uri Geller ora prova a piegare la Apple…

Non si arrende mai. Bisogna quasi ammirarlo per la sua determinazione a far parlare di sé a ogni costo. Lui è metodico, trova l’argomento di cui tutti parlano e poi scova un pretesto – non importa quanto assurdo – per legarsi a esso. In questi giorni, il lancio dei nuovi iPhone ha riempito le pagine […]

Quando lo scienziato si fa ingannare

È un tema ricorrente, ma ogni tanto fa bene rinfrescare la memoria. L’appiglio mi arriva dalla mail di Federico, di 13 anni, che mi scrive: «Ma davvero uno scienziato può essere ingannato? Non dovrebbero essere persone più intelligenti della media? E allora, come è possibile che qualche medium imbrogli uno scienziato, vorrei che me lo […]

Quando Geller era un “semi-Dio”

  L’amico Gianluca Dall’Agnese mi ha girato un interessante ritaglio di una pubblicazione parapsicologica risalente alla metà degli anni’70 che riproduco più sotto. A quell’epoca Uri Geller era ancora considerato da molti un autentico e straordinario “paragnosta”, come si usava dire allora (e non dico invece come si direbbe oggi…). Mi sembra  molto significativa la […]

Silvan: un mago dalla parte della Ragione (podcast)

E’ finalmente pronta anche la seconda parta del podcast dedicato al grande Silvan (ascoltatela qui). Questa volta, Silvan racconta dei suoi incontri/scontri con il mondo del paranormale: lo smascheramento dei guaritori filippini in TV, il suo “inseguimento” di Rol, che non voleva saperne di esibirsi davanti a un esperto prestigiatore come Silvan, e l’incontro mancato […]

Geller contro YouTube

Uri Geller ha cercato di convincere YouTube a togliere un filmato in cui Randi svela una serie di trucchi “probabilmente” usati dallo stesso Geller. Gli è andata male, visto che non ha lui il copyright di quel filmato. Qui potete leggere il resoconto pubblicato un paio di giorni fa dal Corriere della Sera.