“Feti alieni”, conigli e… Misteri

 

Un coniglio scuoiato presentato falsamente in TV come “feto alieno”

Scusate il posto un po’ polemico (e con qualche immagine un po’ forte), ma qualche volta ci vuole. Sì, perché gli amici di “Mistero”, il nuovo programma di Italia1 condotto da Enrico Ruggeri e dedicato ai (si fa per dire) misteri, l’hanno fatta grossa. Nella prima puntata del programma è stato mandato in onda un servizio dove si raccontava di una signora, tale Giovanna, che avrebbe partorito, per conto degli alieni, ben 18 ibridi uomo-alieno.

Una di queste creature non ce l’avrebbe fatta e, dopo l’aborto, visto che gli alieni non se lo sono portato via, la signora ha scattato qualche foto al feto. Sul video sono passate molto rapidamente queste immagini, ma con il fermo immagine è possibile scaricarle e confrontarle con quelle… di un coniglio scuoiato (e mi scuso ancora con chi troverà un po’ forti queste foto che mi ha segnalato Lorenzo Rossi e che arrivano dal sito Mistyger):

 

A sinistra un presunto “feto-alieno” a destra un coniglio scuoiato: notate qualche somiglianza?

A sinistra un presunto “feto-alieno” a destra un coniglio scuoiato: notate qualche somiglianza?

Non credo davvero siano neccesari commenti, le immagini parlano chiarissimo. Come fa notare sul blog di Paolo Attivissimo WeeWee, curatore dell’ottimo blog MedBunker, il colorito marrone-grigio è tipico di un corpo conservato in formalina.

Ecco un’altra immagine che mostra chiaramente com’è il corpo di una lepre sotto la pelliccia:

 

Una lepre scuoiata

Allora, qui l’interrogativo, il “Mistero”, non è certamente se esistono alieni che rapiscono donne, le fecondano artificialmente facendo poi partorire loro sconvolgenti ibridi uomo-alieno, e in fondo non è nemmeno interessante chiedersi chi sia stato a scuoiare la lepre cercando di farla passare per alieno e chi abbia istruito la signora a recitare in modo neanche tanto credibile.

Piuttosto, qualcuno dovrebbe chiedersi se la rincorsa agli ascolti sia davvero l’unico metro di giudizio che un programma televisivo dovrebbe avere e se, per raggiungere questo fine, davvero tutto è concesso. In un’intervista a Telepiù, Ruggeri spiegava così gli obiettivi della trasmissione: «Tengo a sottolineare che con Mistero vogliamo dimostrare che si può fare un programma di qualità, spendendo poco e senza ricorrere a “nani e ballerine”». Peccato, la scommessa per ora non sembra sia stata vinta.

A proposito, sulla seconda puntata, inevitabilmente dedicata ai cerchi nel grano, segnalo la lettura dell’esaustivo post realizzato sul suo blog da Francesco Grassi, l’esperto del CICAP sui crop circles. Per domani sera e prevista la terza puntata…


Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla mia newsletter per non perdere i prossimi e restare aggiornato. Riceverai ebook e video esclusivi e gratuiti.


Massimo Polidoro

Scrittore, giornalista e Segretario del CICAP, è stato docente di Metodo scientifico e Psicologia dell’insolito all’Università di Milano-Bicocca. Allievo di James Randi, è Fellow del Center for Skeptical Inquiry (CSI) e autore di oltre 40 libri e centinaia di articoli pubblicati su Focus e altre testate. Rivelazioni e Il tesoro di Leonardo sono i suoi libri più recenti, insieme ai thriller Il passato è una bestia feroce Non guardare nell’abisso. Segui Massimo anche su FacebookTwitter, PeriscopeInstagram, Pinterest, Telegram e la sua newsletter (che dà diritto a omaggi ed esclusive). Per invitarmi a tenere una conferenza scrivete qui.




72 Comments

  1. meno male sti programmetti, quattro risate, un pò d’allegria e un’idea per la cena

  2. Evvai, aumenta l’irrazionalità in un Paese già distrutto dalla religione e dal menefreghismo!

  3. Secondo me è razionalmente e strategicamente errato, di fronte ad una affermazione di questa portata supportata da una sola fotografia, contestare la fotografia: una foto non “taglia la testa al toro”, sia per l’ affermante che per lo scettico. Se discutiamo sulla foto facciamo il suo giuoco, che con una foto ci distrae dalle enormità raccontate. Se veramente Giovanna ha avuto 18 gravidanze aliene, porti almeno uan visita ginecologica con una semplice e non invasiva ecografia: anche se gli alieni sono più “leggeri” degli uomini, e anche se è stata assistita in un ospedale alieno molto avanzato, 18 gravidanze, o una sola gravidanza con 18 gemelli, non possono non lasciar traccie all’ eco.

  4. Vabbé ma se ci vogliamo privare delle piccole gioie della vita… 😀

    tipo quando Ruggeri, all’affermazione della signora Giovanna sugli alieni che sarebbero già tra noi e per giunta a centinaia (o giù di lì), impassibile risponde: “Sì, lo dicono in molti”. 😀

    Certo, la televisione di qualità è un’altra cosa, ma suvvia… siamo tutti un po’ orfani dei Monty Python :)

  5. Che tristezza per Ruggeri! Ma cosa non si fa per la micca del pane…

    Quello che mi fa specie è che, in giro per la rete, ho letto parecchi e svariati commenti di persone che credevano ciecamente alla versione della Sig.ra Giovanna e si scagliavano contro coloro che si permettevano di mettere in dubbio le sue 18 gravidanze 18… :((

  6. Ops, scusa la svista brain_use: il tuo post è qui: http://brrrainblog.blogspot.com/2009/07/conigli-alieni.html ed è stato ripreso poi da Paolo qui: http://attivissimo.blogspot.com/2009/07/quellalieno-e-un-coniglio.html. Grazie per la segnalazione sul tuo blog.

  7. Mi spiace solo per Ruggeri , lo stimo tantisssimo da cantante. Ma che delusione , farsi abbindolare cosi’ . Non ho parole sigh…..Sono d’accordo con il sign. Francesco Canu .Patetico…

  8. Purtroppo, e lo dico con rammarico, la corsa agli ascolti ha fatto l’ennesima vittima (e non è la lepre o il coniglio…).

    Non bastavano i mille reality, adesso pure Voyager clonano.

    Mi spiace per Ruggeri, che forse farebbe bene a tornare a fare il cantante e/o l’autore di canzoni.

  9. Ehm… solo un piccolo refuso: hai citato il bell’articolo di Paolo, ma hai linkato il post originale di WeWee sul mio blogghetto.

    Se ci legge un complottista finisce che Paolo ed io diventiamo la stessa persona… “Ecco la prova, Polidoro sa!” 😉

  10. Volevano fare un programma di qualità? Davvero? E se volevano fare un programma scadente che facevano? Invitavano pure un bambino che giurava di aver volato sulla slitta di babbo natale?

    Sinceramente non so se è più deprimente sapere che ci sono autori televisivi che cercano in malafede di prendere in giro il pubblico suggestionabile o sapere che per farlo hanno scuoiato dei poveri conigli. Per carità, io non sono un’animalista ultravegetariano, ma se il coniglio fosse finito in padella almeno avrebbe avuto uno scopo utile. Qui invece, siamo di fronte all’ennesimo programma spazzatura fatto con pochi soldi, questo sì, la maggior parte dei quali sono stati infilati nelle tasche di attori, presentatori, autori e finti esperti che cianciavano in maniera più che grossolana di rapimenti alieni.

    Patetico…

Lascia un commento

*