Riccardo Mancini se ne va: addio a un amico

Riccardo Mancini (a destra) con sua moglie Rosalba (al centro), James Randi, Josè Alvarez, Massimo Polidoro e gli amici di Avverbi, Alessandra e Massimiliano

E’ stato uno shock scoprire oggi che all’improvviso, questa mattina, se n’è andato un caro amico. Sto parlando di Riccardo Mancini, noto a molti anche su questo blog per essere il direttore della casa editrice Avverbi che, proprio quest’anno, festeggiava i suoi primi 10 anni di attività.

Riccardo non era solo un grande amico del CICAP – per molti anni aveva animato con entusiasmo e intraprendenza la sezione romana del Comitato – ma era anche un mio carissimo amico personale. La notizia mi ha lasciato senza parole e il mio pensiero in questo momento va a Rosalba e ai suoi due bambini.

TAGS:


No Comments

  1. Caro Massimo, un pensiero a Riccardo anche da parte mia, e da tutta la redazione di Coelum.
    giovanni anselmi

  2. Ricordo che vidi Mancini al convegno CICAP del 1997, e ricordo il suo invito a sostenere l’allora neonata casa editrice Avverbi.
    È tremendo che il decennale di Avverbi sia stato segnato da questo lutto. Credo che il modo migliore per ricordare Riccardo sia continuare a sostenere la sua piccola grande casa editrice.

  3. Ricordo il grande Riccardo anche da me. Lo stesso pezzo è uscito oggi su Liberazione.
    M.

  4. Mi dispiace enormemente per questa notizia,davvero senza parole.. ad ogni modo mi sento di augurare un inizio d’anno sereno per tutti

Lascia un commento a giovanni anselmi

*