Categorie
Blog

Umberto Eco e le previsioni astrologiche

Sull’ultimo numero de l’Espresso, una nuova “Bustina” di Umberto Eco dedicata al CICAP: «Immaginate che ci sia un medico che ogni volta che prescrive una medicina, il malato muore. Nessuno ci andrebbe più. Non capita con gli indovini e i politici che le sbagliano quasi tutte ma la gente continua a credergli».

Indovinala grillo

di Umberto Eco

Di solito maghi, indovini o astrologi usano espressioni ambigue che vanno bene in ogni caso. Chi si sente dire “sei una persona mite, ma che sa farsi valere”, gode nel vedersi riconosciute queste due virtù, anche se sono mutuamente contraddittorie. Per questo i maghi prosperano. Ma che dire dei vaticini puntuali che sfacciatamente (e regolarmente) vengono smentiti dai fatti?

Il Cicap, e cioè il Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale, svolge regolarmente ogni anno un monitoraggio sulle previsioni astrologiche dell’anno precedente – e per il 2009 potrete trovare un lungo rapporto sul sito del CICAP, e un riassunto sulla rivista ‘Scienza & Paranormale’.

L’interprete di Nostradamus Luciano Sampietro, ha previsto un attentato mortale al papa nel 2009, Peter Van Wood sul periodico ‘Nero su Bianco’ ha preconizzato (per il 2009), terremoti in Grecia, Croazia, Indonesia e Amsterdam, ma per fortuna niente in Italia. Il mago Otelma aveva annunciato per Obama pericoli per la sua incolumità personale in autunno, La sensitiva Teodora Stefanova sul sito ‘Quotidianonet’ aveva avvertito che il prossimo segretario generale della Nato sarebbe stato Solomon Passy, l’Almanacco di Barbanera aveva avvisato che la Cina avrebbe trovato una soluzione per la situazione del Tibet, Johnny Traferri alias mago Johnny (‘La Nazione’) aveva predetto a Obama un attentato in marzo e aveva aggiunto che “si verificheranno suicidi collettivi, si ucciderà persino un grande uomo della televisione e nello sport ci sarà un lutto tremendo”.

Per l’Italia l’astrologa Horus (‘Venerdì di Repubblica’) aveva anticipato che verso la fine dell’anno si sarebbero realizzate le importanti riforme sempre annunciate, per Luisa De Giuli (Tgcom, Mediaset on line) entro giugno 2009 gli sforzi legislativi per riequilibrare gli squilibri sociali avrebbero avuto successo, per l’astrologo Mauro Perfetti (‘Quelli che il calcio’) “il Torino si sarebbe salvato dalla serie B”, per l’astrologa

Meredith Duquesne (‘Le Matin online’) la storia d’amore tra Carla Bruni e Sarkozy non sarebbe durata oltre il settembre 2009 (ma dopo ha precisato: “Ma non posso affermarlo: non sono una veggente”. Meno male) e infine l’astrologa Sirio (‘Italia allo specchio’) ha proclamato che Fabrizio Corona avrebbe abbandonato Belen Rodriguez, e Barbara Massimo (‘Novella 2000’) che si sarebbero sposati Leonardo DiCaprio e George Clooney.

Ora immaginate che ci sia un medico che, ogni volta che prescrive una medicina, l’ammalato muore. O che si sappia che il tale avvocato perde tutte le cause. Nessuno andrebbe più da loro. Invece con gli indovini ciascuno è in grado di verificare a fine anno che le hanno sbagliate quasi tutte eppure si continua a leggere gli astrologi e a pagare i maghi anche per l’anno seguente. Evidentemente la gente non vuole sapere, bensì soddisfare il bisogno di credere, anche se si credono cose evidentemente sbagliate. Che dire? Gli dei accecano coloro che vogliono perdere. E, in fin dei conti, il comportamento con maghi e astrologi riflette anche quello con i politici che appaiono in televisione.

Naturalmente ogni tanto gli astrologi ci azzeccano, ma ciascuno di noi potrebbe mettersi a fare il loro mestiere se formulasse previsioni come queste, tutte regolarmente apparse in qualche sede: punte molto alte di violenza da parte di fondamentalisti e terroristi, rapporti difficili tra Israeliani e Palestinesi, alcuni scandali per appalti in Italia, Rocco Buttiglione può continuare a barcamenarsi ma sempre con maggiore fatica, per Veltroni non saran tutte rose e fiori, Leoluca Orlando c’è chi sta peggio di lui, per Umberto Bossi la salute continuerà a meritare un occhio di riguardo, Giulio Andreotti se c’è qualcosa che può fregarlo è la ruota del tempo, Lamberto Dini chi vivrà vedrà (questa squisitezza è dell’astrologa Antonia Bonomi). Il mago Otelma prevedeva per il Partito democratico un destino amaro e inquietante, e in Rai mutamenti nell’organigramma a favore del centrodestra. Ciliegina finale: “I parcheggi sarà sempre meno facile trovarli”.

Ultima notizia del Cicap. La sensitiva Rosemary Altea, che anni fa da Maurizio Costanzo aveva messo alcuni sventurati in contatto coi loro cari defunti, è stata truffata di 200 mila dollari dalla sua dipendente Denise M. Hall. Come ha fatto a non prevederlo? Ci ricorda la storiella di quello che davanti a una porta, su cui c’è scritto ‘indovino’, bussa. E una voce dal di dentro chiede: “Chi è?”.

(04 marzo 2010)

15 risposte su “Umberto Eco e le previsioni astrologiche”

Scusatemi. Qualcuno sa dirmi come poter incontrare Umberto Eco per farsi autografare una copia de Il Nome della Rosa? Sarebbe il sogno di una vita!

2 o 3 giorni fa in tv grande clamore su un sedicente sciamano (o qualcosa del genere) che circonveniva madri e figlie minorenni e ne approfittava sessualmente. Scandalo, orrore nei servizi giornalistici. Sacrosanto ma….le stesse televisioni sono infarcite appunto di oroscopi e trasmissioni come la famigerata Voyager di Rai2 in prima serata, Misteri di rete4 (mi pare) e quell’altra su Italia1 condotta da E. Ruggeri.

Cioè: la prima è la tv a distruggere il (poco) senso critico-razionalista-scientifico del telespettatore medio con questa spazzatura e poi….i tg si stracciano le vesti per chi viene truffato dalle Vanna Marchi di turno. BEH! Questa in casa mia è faccia di bronzo! Puro cinismo da audience: il “mistero” tira….se poi gli Italiani diventano un popolo di imbecilli preda del primo ciarlatano che passa…meglio: sarà una notizia in più (e non voglio buttarla in politica perchè mi sa che non me la passate)

Io conosco una persona paranormale! mia suocera! indovina sempre il momento migliore per rompere a più non posso!… inoltre riesce a parlare ininterrottamente per 15-16 ore al giorno. lasciamo perdere!

Era un passo avanti (piccolo…) ma anche sui pacchetti di sigarette è scritto “nuoce gravemente alla salute”, no? ….Purtroppo non ci sono leggi che tengano, di fronte alla credulità. Temo che faccia parte del nostro modo di esistere. Eco ha perfettamente ragione quando scrive : “…la gente non vuole sapere, bensì soddisfare il bisogno di credere, anche se si credono cose evidentemente sbagliate”. E’ così facile pensare che “in fondo che male c’é?” e dimenticarsi di tutto il resto. Questo non significa però che “abbiamo ciò che meritiamo”, la testa serve per pensare….e i “raggruppamenti sociali” come il CICAP a tenerla desta (però senza diventare anche noi dei “fondamentalisti della verità”, il che ci farebbe assomigliare ai creduli).

@luigi – mi sembra di ricordare Suspiria?…

@Luca Menichelli – riguardo al “Nome della Rosa”, siamo in due, è una delle cose migliori che ho letto in vita mia 🙂 , mi permetto di citare anche “il Pendolo di Foucault” (ancor più mitico), che a mio avviso è ancora più attinente a questa discussione.

Saluti, alla prossima.

domanda x tutti:

chi si ricorda di una legge di circa 10 anni fa che imponeva ai media (non ricordo se tutti) di indicare nel contesto di oroscopi o profezie varie riconducibili ad astrologhi maghi, chiromanti e compagnia bella, che il significato/risultato non è attendibile (o qualcosa del genere)..

..Ai tempi mi è sembrato un passino avanti, rispetto al silenzio/assenso totale che c’era e che c’è tutt’oggi, di fronte a delle palesi fantasie spacciate quasi per avvertenze/esortazioni reali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*