Categorie
Blog

Una tomba inquieta in Olanda?

Molti lettori mi hanno segnalato la notizia pubblicata da Repubblica secondo cui, nel paesino di Aalsten in Olanda, esisterebbe un cimitero dove una tomba, da mesi, si scoperchia da sola.

La vicenda fa venire in mente la celebre cripta inquieta delle Barbados, di cui ho avuto modo di occuparmi tempo fa nei Grandi misteri della storia. Là, però, non è chiaro se a muovere le bare nella tomba erano gli allagamenti della cripta oppure se la vicenda era solo un’invenzione.

In questo caso esisterebbe addirittura un video che documenta lo scoperchiarsi della bara: nel filmato si vedrebbe un coperchio da 450 chili spostarsi da solo. Nessuno però pensa ai fantasmi, ma a qualche fenomeno naturale tutto da scoprire.

Tutto sarebbe cominciato quando una famiglia ha trovato la tomba di un parente scoperchiata. Si sono rivolti alla polizia, ma il fatto si è ripetuto altre quattro volte senza che la polizia trovasse mai nessuno. Così si è pensato di installare una videocamera nascosta. Quando sono andati a riprenderla e hanno guardato cosa era stato registrato sarebbero rimasti tutti di sale.

Questo il parere di Anna Van der Meer, portavoce della polizia frisone: «Assurdo, da brividi, assolutamente incredibile. Quando ho visto il nostro video sono rimasta di stucco. Si vede la pietra scivolare di lato, quasi cadere per terra. Poi tocca la tomba di fianco e si ferma lasciando il sepolcro in gran parte scoperchiato con un movimento di più di un metro. Com’è possibile? Non lo so, pesa 450 chili. Oltretutto nel video si vede benissimo che la pietra è ferma, poi in un batter d’occhio schizza di lato. Non ho mai visto una cosa del genere in tutta la mia carriera. Noi non abbiamo nessuna spiegazione».

Dunque, devo dire intanto che non sono riuscito a trovare altri richiami a questa notizia che non si rifacessero all’articolo di Alberto D’Argenio pubblicato da Repubblica. In lingua inglese, poi, sembra non esista nulla. Mentre l’unico riferimento dato da Repubblica, il sito del giornale olandese De Volkskrant, deve avere tolto la notizia dalla prima pagina e, a una prima ricerca, non sono riuscito a trovarla nemmeno nell’archivio (quella che vedete sopra è la foto riportata da Repubblica e attribuita al sito del giornale olandese).

Ora sto chiedendo lumi ad alcuni colleghi e amici olandesi, nel frattempo chiedo anche a voi se riuscite a trovare altri riferimenti a questa notizia, magari se conoscete la lingua anche su altre testate dell’Olanda.

E poi, se tutto è confermato, vedrò di andare a vedere di persona quando a maggio sarò in Olanda per il mio tour di conferenze nel Nord Europa. Vediamo cosa si può scoprire, intanto…

34 risposte su “Una tomba inquieta in Olanda?”

Potrebbe darsi che il paese sia Aalten e non Aalsten. In pratica ci sarebbe una s di troppo.

Ho trovato su panormio la foto di una chiesa che potrebbe essere Sint Helenakerk te Aalten e che assomiglia molto a quella che appare nell’articolo di Repubblica e che si trova proprio ad Aalten: http://www.panoramio.com/photo/4433508

Resta il fatto che Aalten non è nell’estremo nord dell’Olanda, che è un paese popoloso (28000 abitanti e non qualche centinaio)

maurizio

Ciao Massimo, mi chiamo Dario e ti scrivo dall’Olanda. Leggo tutti i giorni La Repubblica e mi e’ subito caduto l’occhio sulla notizia relativa alla tomba che si scoperchia da sola qui in Olanda.

Parlo fluentemente olandese e leggo anche i giornali olandesi. Purtroppo pero’, non ho mai letto niente del genere su nessun giornale e la cosa che piu’ mi scandalizza e’ che non sono riuscito a trovare nessun paesino che si chiama Aalsten in Olanda. Ho anche chiesto a colleghi olandesi se ne hanno mai sentito parlare e ho solo ricevuto risposte negative, contrariamente a quanto si dice nell’articolo nel giornale italiano e cito “Nel paesino di Aalsten un giallo che appassiona l’Olanda..”. Assolutamente NON vero.

Continuando le mie ricerche ho trovato un paesino che si chiama Aalst vicino a Brussel. Peccato che si tratta del Belgio. Nell’articolo si parla di Olanda del Nord e la cosa mi spiazza alquanto.

Ho anche provato a cercare una notizia simile nel sito del Volkskrant, ma non ho trovato niente, neanche nell’archivio.

Insomma, io l’impressione che il giornalismo italiano stia cadendo sempre piu’ in basso.. non per propria colpa, ma per vari giochi di censura imposti da “chissa’ chi”.. Arrivare a inventare di sana pianta un articolo che puo’ facilmente essere smentito, mi sembra la cosa piu’ stupida che si possa fare su un giornale di grossa portata come La Repubblica.

Sto scrivendo un email anche alla redazione de La Repubblica e spero con tutto il cuore di essere presto contraddetto e di sbagliarmi.

Dario

Mi parrebbe un chiaro caso di bufala realizzata facendo leva sul dire “fonti della polizia”, come nel caso del fantasma di Teresa Fidalgo, a cui tutti credettero proprio perchè faceva largo uso di informazioni fuorvianti e false, come appunto presunte dichiarazioni di poliziotti e altri trucchi. In questo caso ci sarebbe da stupirsi per l’ennesimo abbaglio preso da un giornalista, che forse tenta in qualche modo di riempire vuoti in alcune colonne.

Sarebbe però interessante se non si trattasse di un trucco, e magari avesse qualche altra spiegazione. Ma già il fatto che il video sia stato “secretato” lascia intendere che si tratti di una bufala, inoltre c’è un altro punto che fa sorgere sospetti. Infatti l’informazione “è stato secretato dalla scientifica” fa il verso alle teorie complottistiche, secondo le quali le autorità non rivelano terribili segreti per non creare panico nella popolazione, insomma, ragionamenti da film molto fantasiosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*