Categorie
Blog Libri Notizie

Ci vediamo al Salone del Libro di Torino

Il CICAP e Massimo Polidoro saranno al Salone del Libro di Torino 2011.

Venerdì 12 maggio vi aspetto al Salone Internazionale del Libro di Torino con un paio di appuntamenti. La mattina alle 11.30, nell’ambito del “Salone Off”, presento La notte di Dracula presso l’Istituto Comprensivo di Via Palmieri. La sera, alle 21.00, al Lingotto (Spazio Autori A) presenterò invece un nuovo volume per il CICAP di cui vi parlerò più con calma nei prossimi giorni. Si intitola La scienza dei mostri. Un’indagine scientifica sulle creature dell’incubo e insieme a me ci saranno anche gli amici Andrea Ferrero e Luigi Garlaschelli.

La scienza dei mostri, a cura di Massimo Polidoro (Quaderni del CICAP, 2011)

Inoltre, nel pomeriggio mi potrete trovare spesso dalle parti dello stand che come ogni anno il CICAP tiene al Salone (Padiglione 1, Stand F11). Infine, vi segnalo anche la presentazione di domenica alle 12 (Spazio Autori B) di un altro nuovo volume del CICAP: Hoax! Storie di imbroglioni, burloni, truffatori e semplici bugiardi di Sergio De Santis. Saranno presenti altri tre amici: Stefano Bagnasco, Beatrice Mautino e Mariano Tomatis.

Ecco la presentazione di quest’ultimo volume : «Hoax, parola non ancora entrata nell’uso comune, equivale a: beffa, burla, canzonatura, scherzo di cattivo genere, tiro mancino. Ma significa anche imbroglio, mistificazione, inganno, frode e truffa. L’ambivalenza del termine è tale che è necessario precisare gli elementi specifici che consentono di distinguere il vero da! falso hoax, e cioè: a) il gusto della beffa b) la scelta di temi più o meno credibili, ma sempre capaci di rispondere a sotterranee aspettative da parte del pubblico c) H vasto successo iniziale dell’imbroglio prima dell’imbarazzante scoperta.

Hoax! di Sergio De Santis (Quaderni del CICAP, 2011)

Come dire: un giocoliere svelto di mano e un pubblico pronto a essere preso in giro. Non è necessario che l’inganno sia fine a se stesso e accade spesso che punti a mettere in ridicolo qualcosa o qualcuno con spirito beffardo o magari con obiettivi seri; così come l’hoaxer può in qualche caso ricavare in aggiunta un guadagno materiale senza che l’operazione scada automaticamente nella truffa volgare. E invece fondamentale che la scoperta dello scherzo, del tiro birbone, non si riveli un colpo a vuoto ma sfoci sempre in un (più o meno) effìmero successo. L’elenco degli hoaxes si snoda dall’epoca classica ai giorni nostri ed è chilometrico; malgrado i coraggiosi tentativi di alcuni studiosi anglo-americani, un repertorio completo di tutti gli hoaxes storici non è stato ancora compilato. Questo volume si limita a rievocare una ventina di casi scelti fra i più stuzzicanti e sorprendenti».

Per chi lo desidera è già possibile acquistare sia La scienza dei mostri che Hoax! sul sito del CICAP a questo indirizzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*