Gustavo Rol: medium o impostore?

Gustavo Rol possedeva veri poteri paranormali o sapeva creare l’illusione di averli? Nel nuovo episodio di Strane Storie, la mia serie su YouTube, i segreti di un uomo che ha saputo comunque trasformarsi in leggenda: Se non l’hai già fatto, poi, ti invito a iscriverti al mio canale per non perdere i prossimi episodi: ISCRIVITI AL MIO CANALE […]

Piero Angela e Rol: quante fantasie per difendere una favola

Quella di Gustavo Rol, il sensitivo torinese attorno al quale negli anni è cresciuto quasi un piccolo culto locale, è una storia che periodicamente riserva sorprese. Una delle ultime riguarda Piero Angela, che ebbe modo di osservare Rol da vicino, non ne fu per nulla impressionato e descrisse criticamente le sue esibizioni nel suo libro Viaggio […]

Un caffè per… scoprire come funzionano l’attenzione e l’inganno

Nel nuovo episodio del mio podcast, Un caffè con Massimo, alcuni spunti sull’attenzione e su come questa sia legata all’inganno. Dall’attenzione di chi osserva i movimenti involontari per riconoscere le bugie a quella manipolata dal mentalista per creare illusioni. Pronti a prendere il nostro caffè?

Un caffè con maghi, mentalisti e… tavole da surf!

Nel nuovo episodio del mio podcast, Un caffè con Massimo, ci immergiamo in un’atmosfera decisamente “magica”. Mariano Tomatis è venuto a prendere il caffè con me e poi sono andato a “Masters of Magic”… Ma i surf che c’entrano?

Il mentalismo: dall’età della pietra a quella dell’anima

Da un anno, Mariano Tomatis “vive” nel Settecento. Vuole sapere come ci si stupiva a quell’epoca e così divora libri, quotidiani, bollettini e ogni pagina d’epoca su cui riesce a mettere gli occhi. Il risultato è che ha riscoperto le origini di quell’arte antica che chiamiamo “mentalismo”, vale a dire la capacità di simulare facoltà superiori al […]

Chi crede di più alle cospirazioni? Chi sta agli estremi

Le credenze nelle teorie della cospirazione sono sempre molto diffuse, ma chi è più propenso a crederci e ad abbracciarle nella maniera più acritica? Un nuovo studio olandese pubblicato su Social Psychological and Personality Science suggerisce che la risposta va cercata negli estremismi politici di destra e sinistra.